Voto in Sicilia, primi exit poll: avanti i grillini. Ha votato solo il 47,42%

FONTE ORIGINALE: www.palermotoday.it

Niente va più. Ieri in Sicilia si è votato per l’elezione del presidente della Regione e per il rinnovo dell’Ars. In attesa dello scrutinio di oggi, sul web circolano già i primi exit poll, basati sulle dichiarazioni di voto raccolte all’uscita dei seggi. Dati che devono essere considerati soltanto come indicativi e nulla più. Il campione di rilevamento si basa infatti su 1250 dichiarazioni di voto raccolte entro le ore 20 “sul dato di Palermo – si legge sul sito – che rappresenta poco meno di un terzo del totale dei votanti”. Dunque una rilevazione geograficamente disomogenea. Il margine di errore dichiarato è del 3%. Intanto va comunque registrata la bassissima affluenza alle urne: ha votato solo il 47,42% degli aventi diritto al voto.

PRESIDENTE. Secondo PalermoReport, Giancarlo Cancelleri sarebbe in testa con il 27,46%, davanti a Nello Musumeci (23,35%) e Rosario Crocetta (21,40%). A seguire Gianfranco Miccichè (14,24%) e Giovanna Marano (9,76%). Seguono Gaspare Sturzo con lo 0,9%, Cateno De Luca, Giacomo Di Leo e Lucia Pinsone con lo 0,8%.

LISTE. Se fossero confermati, i dati raccolti avrebbero dell’incredibile, con esclusioni eccellenti dalla prossima Assemblea. Ecco i dati pubblicati: il Movimento 5 Stelle primo partito con il 26,42%. I partiti a sostegno di Nello Musumeci sarebbero complessivamente al 24,55% (Pdl 10,55%, Cantiere popolare 8,48%, lista Musumeci 4,72% e Adc 0,8%). La coalizione a sostegno di Rosario Crocetta è data al 19,58%: Pd 10,79%, Udc clamorosamente al 4,72 – dunque sotto lo sbarramento – e lista Crocetta al 4,8%. Le liste a sostegno di Miccichè sarebbero al 14,47% complessivo, con Grande Sud al 8,63%, Fli al 3,4, Pds-Mpa al 2,48 e 0,32 il Ppa.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Formigoni: no diktat Lega. Maroni: pronto a lasciare il Parlamento

Articolo successivo

La stecca del Cavaliere e adesso è costretto a tirare fuori i... maroni