VivereVeneto-La storia a scuola: ai nostri figli della Lupa solo le grandi gesta di Roma

di GIORGIO BURIN – Mio figlio, frequenta la quinta elementare in una scuola di Vicenza. Mi chiede di ripassare la lezione di storia insieme. E’ arrivato ad Alessandro di Macedonia, non ancora Magno, figlio di Filippo II il Macedone.

 

Mentre ripete la lezione, osservo che hanno fatto venti pagine del programma su circa 100, un rapido calcolo, siamo quasi a metà anno. Come faranno a finire il programma, penso? Guardo l’ultimo argomento del programma di quinta: decadenza e caduta dell’Impero Romano.

Faccio un pensiero maligno, che spero non si realizzi.

Mi immagino i cittadini di domani studiare con attenzione la crescita di Roma, la potenza,Giulio Cesare, i barbari cattivi sempre sconfitti. in_hoc_signo_vincesVerrà Augusto e il suo impero mondiale, così luminoso che persino Gesù ha scelto di nascerci. Verranno gli imperatori potenti le cui gesta sono istoriate sulle colonne, che ingrandiranno e consolideranno la potenza millenaria di Roma. I giovani si nutriranno di Costantino, così grande da convertirsi al Cristianesimo trionfante e poi ….. e poi, ragazzi, è finito l’anno, buone vacanze, non pensiamoci più!

Ma come? E Attila che umilia l’esercito Romano, e la fine dell’impero? E l’incipiente apporto della civiltà germanica ? E i Goti traditi costretti a saccheggiare Roma ? … non c’è tempo ci dispiace.

Avevamo fatto di tutto per poter finire il programma, avevamo evitato di parlare della corruzione dilagante tra i senatori e i patrizi romani, delle orge di Caligola, della pazzia di Nerone, degli imperatori regolarmente assassinati per giochi di potere. Non avevamo parlato nemmeno dei popoli pre-italici che tanto non interessano a nessuno (degli Ittiti, dei Sumeri, che invece interessano a tutti ne avevano parlato per mesi l’anno scorso NdA), ma inutile, siamo in ritardo, per parlare della fine di Roma non c’è tempo.

* * "INFANZIA * ETA' DELL'UOMO * INDIVIDUO : ASPETTI FISIOLOGICI E PSICOLOGICI * ITALIA * STORIA CONTEMPORANEA STATI, POPOLAZIONI, TERRITORI * STORIA * FASCISMO * STORIA CONTEMPORANEA ARGOMENTI * STORIA * BALILLA - PICCOLE ITALIANE * PERSONAGGIO * FASCISMO * STORIA CONTEMPORANEA ARGOMENTI * STORIA * DIVISA * OGGETTO"In altri tempi si sarebbe detto: Buone vacanze giovani Figli della Lupa! Così ha deciso il MinCulPop ! E oggi? Abbiamo dimenticato che asservire la storia a una ideologia ha portato ad una rovinosa guerra e a una lacerante guerra civile ? Perché le scuole oggi non insegnano la storia semplicemente per quella che è stata, nel bene e nel male e vogliono invece metterci dentro un inesistente messaggio nazional politico? Coda di paglia?

Spero di cuore che entro giugno questo articolo sia smentito dai fatti.

 

(da http://vivereveneto.com/2015/12/17/la-storia-che-ci-insegnano/)

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Massì, le radici cristiane sono acqua passata. Tanto preghiamo lo stesso Dio...

Articolo successivo

L'Isis, morti di serie A e B e il segreto di Stato sugli attentati