Vilipendio al tricolore, iniziato il processo per Eva Klotz

di ALTRE FONTI

È iniziato tre giorni fa, il processo per vilipendio che vede sul banco degli imputati i consiglieri provinciali Eva Klotz e Sven Knoll assieme ad altri sette rappresentanti di Süd-Tiroler Freiheit, difesi dall’avvocato Nicola Canestrini.

A sostenere l’accusa il procuratore capo Rispoli. Il processo ruota intorno ad un manifesto del 2010, in cui campeggiava una scopa che spazza via il tricolore per far posto alla bandiera tirolese e sopra la scritta: «Il Südtirol può fare a meno dell’Italia».

Sono stati sentiti gli uomini della Digos che hanno condotto le indagini. «Possono parlare in italiano – ha detto Klotz – perché so che faticano a parlare tedesco». Sia Klotz che il suo avvocato hanno ribadito che “non c’è stato vilipendio, ma solo critica”. Si riprenderà il 23 maggio.

FONTE ORIGINALE: http://altoadige.gelocal.it/ 

IL MANIFESTO INCRIMINATO

Print Friendly, PDF & Email

27 Comments

  1. Ferdinando Spada, ci sei o ci fai? La “goffa montanara” e’ una VERA SIGNORA alla quale dovresti chiedere scusa per le becere offese. Evidentemente la LIBERTA’ e’ una parola a te sconosciuta, come il CORAGGIO che la “goffa montanara” dimostra mettendo a rischio la propria INCOLUMITA’. Come il Padre, George Klotz, combatte per liberare la SUA TERRA dal dominio dello stato italione tricoloruto che non mette bombe ai tralicci (forse) ma UCCIDE con un fisco oppressore e schiavitu’ intellettuale, soffocando aspirazioni di ogni genere. Pensaci, e magari vergognati un po’… W EVA KLOTZ, SUD TIROLO LIBERO!

  2. Padani alla ricerca di un nuovo eroe. Per anni hanno inneggiato al “geniale medico” di Gemonio. Novello Mose’ che, mentre innaffiava i novelli Senoni con gavettoni del Po, arraffava per se’ e famiglia milioni di “rimborsi”. Delusi e truffati dal bidonista celtico, accorrono ora a santificare una goffa montanara neonazi, figlia esultante di un terrorista uncinato. L’Eva trecciuta sarà l’ultimo mito dei verdi celtici o, dopo di lei , si prostreranno ai piedi di nuove, ridicole walkirie in dirndl ?

    • Chi di spada ferisce di spada perisce.

      Sara’ vero?

      Tuttavia, anche dico sempre che la EVA e’ stata pericolosa sin dalla prima, VIVA EVA..!

      Noi, anzi, loro, hanno la binda… la turka… e avanti con la bonina…

      Mamma, salvami l’anima (Zucchero).

      …continua…

  3. solidarietà kompleta alla Klotz …
    denunci roma e kuest’infame italia x l’uso antidemokratiko del kodice rokko… xsaino immorale ed illegittimo in ambitro europeo e non solo…

  4. Da quel che vedo nessuna bandiera (intesa come drappo di stoffa rappresentante uno Stato Nazionale) è stata vilipesa.
    Vedo un manifesto dove IL DISEGNO di una scopa sovrasta due bande colorate (una verde e una rossa con in mezzo il bianco della carta del manifesto).

    Ossia, vedo dell’inchiostro deposto in forme che rimandano ad oggetti reali. Non gli oggetti reali. Non la scopa VERA su una bandiera VERA.
    Più che un vilipendio mi pare l’espressione di una opinione o di un desiderio…

    Ma evidentemente avere opinioni o desideri non è tollerabile da chi pretende di indirizzarti coscienza e pensieri.

  5. Giusto , Lory, potrebbe essere davvero l’inizio della fine di uno stato INFAME, che odia la LIBERTA’. W Eva Klotz, W il Sud Tirolo!!! A quando una coraggiosa Signora Eva anche da noi? Penso con tristezza ad una tal signora Cecilia che la malasorte (leggi re giorgio & co.) ci ha rifilato a nostra insaputa.

  6. E non è vilipendio il fatto che ,ad esempio a Verona, nessun palazzo di potere esponga la bandiera della Regione Veneto ma solo Europa e Italia? non è un oltraggio verso il popolo che quei palazzi li ha costruiti?Questo stato è talmente debole e ridicolo che ha paura di tutto.Meglio così vuol dire che fra poco crollerá.

  7. Propongo a tutti i lettori dell’indipendenza di trovarsi il 23 maggio 2014 presso il tribunale dove si tiene il processo a Eva Klotz ad andare a fare una manifestazione in suo sostegno!!!

  8. X maverick1
    E perchè nulla contro i no TAV, i black block e financo gli pseudo comunisti che ai festival dell’unità non hanno mai voluto la cosiddetta bandiera italiota?
    Cosa che difendono a spada tratta, come la parola “patria”, nazione etc. dopo essere stati fagocitati dai vecchi democristianoni?

    • Ma cosa dici?
      Bossi si è beccato denunce, processi e condanne per gli inviti rivolti alla brava donna di Venezia che esponeva alla finestra tricolori composti da asciugamani da bidet.
      (Invece la brava donna in questione, che associava i colori della bandiera italiana con drappi da usare su parti del corpo generalmente poco “patriottiche”, quella è diventata un esempio dell’orgoglio italico. A lei no vilipendio: vilipendio a chi DICE a cosa servono gli asciugamani da bidet.)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Default thumbnail
Articolo precedente

L'Italia va verso il Terzo Mondo. Lo dicono le statistiche

Articolo successivo

Oddio la Lega è sparita... c'è rimasta solo Forza Italia!