Valdegamberi: “Sì dei giuristi al referendum per l’indipendenza del Veneto”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Sono state diffuse interpretazioni tendenziose da parte dei consiglieri Tesserin; Bond e Toniolo. I giuristi interpellati dalla regione hanno detto di si al referendum. Non si cerchino alibi o scappatoie per non assumersi le proprie responsabilità. Il referendum sull’autodeterminazione del veneto va fatto” così Stefano Valdegamberi, consigliere regionale di Futuro Popolare.

“Leggendo i quotidiani di oggi rimango allibito dalla manipolazione dell’informazione da parte di alcuni esponenti del nuovo centro destra e del pd, in merito alla riunione di ieri dei giuristi sul mio disegno di legge 342 dell’autodeterminazione. Dalla stampa emerge che i giuristi bocciano il referendum il che non corrisponde alla verita’ dei fatti. Di fronte alla mia specifica richiesta “se in base ad una valutazione, necessariamente congiunta tra diritto costituzionale interno e diritto internazionale, tale consultazione per l’autodeterminazione e’ vietata o meno”. La risposta e’ stata unanime: non e’ vietata.

Pur con unico distinguo da parte di Bertolissi. Gli altri due, tanto il prof. Favaro quanto l’avv. Cantarutti, hanno in maniera inequivocabile confermato l’ammissibilita’. Da qui a dire che i giuristi hanno espresso parere negativo, ce ne vuole. Cio’ la dice lunga sull’onesta’ intellettuale e la malafede di chi sta facendo di tutto e di piu’ per affossare il mio progetto di legge. Pubblichero’ appena disponibili i verbali sul mio sitowww.valdegamberi.it cosi’ tutti i cittadini potranno constatare l’attendibilita’ dei loro rappresentanti politici che si prodigano a dare informazioni per nulla coerenti con i fatti.”

Stefano Valdegamberi
Presidente futuro Popolare

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Lega e Le Pen: forse gruppo unico in Europa. Un belga fa fare una figuraccia a Salvini

Articolo successivo

Cecchetti (Lega): "Vendola assume 200 dirigenti, che pagheremo noi"