Va benone, come no! Spesa procapite: 2000 euro in meno

Il crollo della domanda dovuto alla pandemia ha comportato, mediamente, una riduzione di oltre 2.000 euro di spesa pro capite rispetto al 2019 riportando i consumi ai livelli del 1995. E’ quanto emerge da un Report sui consumi 2019-2021 dell’Ufficio Studi Confcommercio. Per il Sud il regresso appare ancora piu’ rilevante con un valore dei consumi inferiore rispetto all’inizio delle serie storiche. Significative le differenze a livello regionale nella spesa per abitante: si va dagli oltre 24mila euro della Valle d’Aosta ai poco piu’ di 11.700 della Campania. Il record negativo della regione risiede, in parte, nell’essere l’unico territorio meridionale a non aver conosciuto significative perdite di popolazione residente tra il 1995 ed il 2020.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Pregliasco Cassandra, "Ci aspetta variante Delta, in Italia sarà scenario come Gran Bretagna"

Articolo successivo

La Babele delle detrazioni fiscali. Il caos per non cambiare nulla