Usa, chiesta la rimozione di Trump

È di quattro morti il bilancio dell’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti da parte di una folla inferocita scatenata dalla veemenza del presidente uscente Donald TRUMP che in un parossistico comizio all’Ellipse, il parco a sud della Casa Bianca, è tornato ieri ad urlare che i democratici si sarebbero resi responsabili di aver “rubato la vittoria” alle ultime elezioni. Al momento questo edificio – che ospita Senato e Camera – è di nuovo al sicuro (e i due rami del parlamento sono tornati a riunirsi insieme per la proclamazione di Joe Biden, bocciando tutti i ricorsi), ma quello che in molti non esitano a definire un tentativo di colpo di stato ha lasciato sotto choc l’intera nazione.

La Commissione giudiziaria della Camera Usa ha chiesto al vicepresidente Mike Pence di invocare il 25/mo emendamento per rimuovere il presidente uscente degli Stati Uniti Donald Trump dalla Casa Bianca, dopo l’assalto al Capitol Hill e a due settimane dall’insediamento del presidente eletto Joe Biden. E’ quanto fa sapere sul suo profilo Twitter il deputato democratico David Cicilline; la lettera e’ stata firmata anche da altri 18 parlamentari. Vi si legge che il presidente Trump “ha confermato di non essere mentalmente sano e ancora incapace di accettare i risultati delle elezioni del 2020”. “Per il bene della democrazia – hanno scritto i deputati a Pence – vi esortiamo con forza a invocare il 25/mo emendamento e iniziare il processo di rimozione del presidente Trump: ha dimostrato piu’ volte di non essere adatto a proteggere la nostra democrazia e a svolgere i suoi compiti”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Regione, Moratti commissaria Giunta Fontana dopo disastri Covid? Salvini: valorizzeremo gli esclusi. Anche Gallera?

Articolo successivo

Rizzi: Alla Lombardia serve l'autonomia e il coraggio di chiedere il residuo fiscale