Unimpresa: con pseudobonus non si va da nessuna parte

“La pseudo filosofia emergenziale dei bonus e dei ristori, delle proroghe e dei rinvii sono stati reiterati nella manovra di fine anno, nel bilancio preventivo 2021. Investimenti zero, riforme strutturali, come fisco, giustizia civile, pubblica amministrazione semplificazione, digitalizzazione, richieste anche dall’Europa, men che zero. Spese correnti, distribuzione improduttiva di risorse, tutte a debito, ormai al 160% del PIL, tutte caricate sul groppone dei giovani. Le ingenti risorse europee del Recovery Fund, destinate all’Italia, per la ripresa economica, per le riforme di sistema e per la ricostruzione postepidemica rappresentano l’unica e ultima zattera di salvataggio per evitare il declino definitivo e il naufragio politico, economico e sociale del nostro paese”. Lo dichiara il segretario generale di Unimpresa, Raffaele Lauro.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Vaccinazioni, Sicilia batte la Lombardia

Articolo successivo

Dopo il successo come ministro della scuola, spunta il nome di Bussetti alla sanità lombarda. Quello che vi voleva