Un anno di politica 11/ Novembre, Mattarella esclude il bis

Lo spettro della quarta ondata di Covid si abbatte sull’Europa e il governo inizia a pensare a misure piu’ restrittive per limitare la diffusione della variante Omicron anche in Italia. Le forze politiche e l’esecutivo Draghi sono alle prese con la manovra economica che arriva in Parlamento, sullo sfondo le grandi manovre in vista dell’elezione del Presidente della Repubblica. Durante una iniziativa in ricordo dell’ex Capo dello Stato, Giovanni Leone, Sergio Mattarella allontana l’ipotesi del bis. La conferenza di Glasgow sul clima e’ il primo dei grandi appuntamenti del mese.

1 NOVEMBRE: Via alla Cop26, la Conferenza di Glasgow sul clima: Draghi ammette che alcuni Paesi come Cina e Russia “sono poco coerenti” con gli impegni di ridurre i gas serra, ma avverte: la diplomazia dello scontro non serve”. Il presidente del Consiglio: “Preoccupa il livello di emissioni dopo le riaperture post-Covid. Le risposte non possono venire dai singoli paesi. Dare spazio ai capitali privati”.

3 NOVEMBRE: Il capo dello Stato celebra il Milite Ignoto in occasione del Giorno dell’Unita’ Nazionale e della Giornata delle Forze Armate: “Onu, Nato, Ue pilastri della politica estera italiana. Il nostro contributo in Afghanistan non e’ stato vano. La Ue e’ chiamata a cambio di passo anche nella difesa comune”, dice Sergio Mattarella. 4 NOVEMBRE: Dopo lo scontro dei giorni precedenti ai vertici della Lega e’ tregua tra Matteo Salvini e Giancarlo Giorgetti: il segretario del Carroccio parla per 50 minuti al Consiglio federale: “Massimo impegno per il taglio delle tasse”. Poi aggiunge: “In Europa vogliamo Un gruppo alternativo ai socialisti. Mai con il Ppe, non inseguiamo la sinistra o perdiamo”. Per la supermedia AGI/YouTrend: il Pd e’ il primo partito nelle intenzioni di voto degli italiani, flettono FdI e Lega. = Concorrenza: si’ unanime del Cdm al Ddl. Draghi “e’ operazione di trasparenza, misura analoga anche per il catasto”. Mattarella ha ricevuto la terza dose di vaccino.

5 NOVEMBRE: Manovra: i sindacati sul piede di guerra sulla legge di Bilancio. Landini, senza risposte non escludiamo lo sciopero.

6 NOVEMBRE: Covid, si allargano i contagi in tutti Europa I No-green Pass tornano in piazza. Tafferugli a Trieste. Tensioni a Milano e Torino. Appello di Mattarella sui migranti: “Italia ed Europa devono fare di piu'”.

8 NOVEMBRE: Il Governo verso l’estensione dell’obbligo del green pass a marzo, piu’ soldi ai medici del pronto soccorso. Speranza: indennita’ accessoria per gli operatori di primo intervento.

9 NOVEMBRE: Mattarella: “e’ il tempo della responsabilita’, il dissenso non deve minare il dovere di difendere i piu’ deboli” Il capo dello stato all’assemblea dell’Anci. Novita’ in manovra sul reddito di cittadinanza: chi rifiuta Un’offerta di lavoro congrua vedra’ scattare Un decalage mensile.

10 NOVEMBRE: Mattarella: “con il forte rimbalzo della crescita la ripartenza e’ cominciata, Pnrr occasione storica. Il Recovery “determinera’ l’eredita’ che lasceremo ai giovani”. Draghi: “al ‘non governo’ va contrapposto il coraggio delle riforme. Evitare sterili drammi di scontri ideologici Il premier ricorda la figura di Ugo La Malfa: “Dare all’Italia una prospettiva di sviluppo, coesione e convergenza”. Il dl antifrodi sul superbonus in Consiglio dei ministri. Draghi: stretta per non perdere credibilita’”.

11 NOVEMBRE: Quirinale: Mattarella allontana nuovamente il bis: “anche Leone chiese la non rieleggibilita’ del Presidente Della Repubblica”. Incontro al Quirinale in occasione dei 20 anni della morte dell’ex capo dello Stato: “come Antonio Segni era per l’eliminazione del secondo mandato e del semestre bianco”. Draghi ai sindaci: “rappresentate l’Unita’ d’Italia, il Pnrr e’ nelle vostre mani”. Libia: Draghi, via i mercenari ed elezioni libere. Il premier alla conferenza di pace: Un percorso di ricostruzione della sicurezza e’ possibile. Con Macron e Merkel appello a Erdogan e Putin in vista del voto del 24 dicembre: “L’esito elettorale dovra’ essere accettato”.

14 NOVEMBRE: Quirinale: Letta propone ai leader della maggioranza “Un patto per blindare la manovra” prima di affrontare il tema Quirinale. Berlusconi: Draghi resti a palazzo chigi fino al 2023 e anche oltre. Per il segretario Pd “le strategie sul Colle non possono interferire su decisioni come quelle sulle pensioni”. di Maio esclude elezioni anticipate: c’e’ la pandemia.

15 NOVEMBRE: Mattarella: sconcertante e incoerente quanto avviene sui migranti ai confini dell’Europa. Il Capo dello Stato ha richiamato ai valori di solidarieta’ dei fondatori dell’Unione. Sulla quarta ondata del coronavirus invito alla cautela e alla fiducia nella scienza.

16 NOVEMBRE: Appello delle Regioni al governo: “restrizioni solo per i non vaccinati”. Fedriga: “Chi ha creduto nella scienza non puo’ pagare per gli altri”. Ma Salvini frena: “L’Italia non ha i numeri dell’Austria”.

17 NOVEMBRE: Scontro sulle nomine Rai: l’ira di Conte, “Il M5s non andra’ piu’ sulla tv pubblica”. L’ex premier attacca l’ad Fuortes: ha esautorato il movimento”.

18 NOVEMBRE: Covid: le regioni chiedono incontro urgente al governo per il peggioramento della situazione. Via libera del Consiglio dei ministri all’assegno unico, entrera’ a regime dal 2022. In Senato asse Italia viva-centrodestra, governo battuto. Ira di Pd e M5S. Palazzo Madama approva con 174 voti favorevoli e soli 20 contrari il cosiddetto decreto Capienze. Ma non senza scossoni. Per due volte l’esecutivo viene battuto in Aula, con il via libera a due emendamenti sui quali aveva dato parere contrario. Putin invita Draghi a Mosca. L’ambasciatore Starace all’Agi: con il Cremlino dialogo possibile.

19 NOVEMBRE: Matteo Renzi apre la Leopolda: “No a Lega e Fdi e al matrimonio populista Letta-Conte”. Sul Quirinale il leader di Iv afferma che bisogna prima pensare alle esigenze degli italiani.

20-21 NOVEMBRE: I no green pass tornano in piazza: in 4 mila senza mascherine a Roma, tensioni manifestanti-polizia a Milano. Berlusconi riceve la terza dose, “ora tocca a voi”. Renzi chiude la Leopolda, “penso che nel 2022 si andra’ a votare”. Il leader di Iv: “C’e’ Un interesse personale e politico dei leader”.

22 NOVEMBRE: Le regioni chiedono al governo il super green pass. I governatori: limitare ai vaccinati l’ingresso in locali e ristoranti. Telefonata Draghi-Putin: focus su migranti, energia e Ucraina.

23 NOVEMBRE: Scintille nel M5S: Grillo, “Conte specialista del penultimatum. L’ex premier, “solo battute, nessuna divergenza” Tensioni dopo le nomine Rai. Il fondatore del Movimento commenta il ‘dietrofront’: “Non riesce a dare gli ultimatum”. La replica: “Comunica in maniera non molto ortodossa”. Zingaretti: Renzi vuole distruggere il Pd, e’ stata una Leopolda del rancore.

24 NOVEMBRE: Mattarella: “riforma del Csm non rinviabile, ora serve rigore”. Il presidente della Repubblica: in ballo ci sono “il prestigio” e “l’autorevolezza” della magistratura ma anche il raggiungimento degli obiettivi del Pnrr”. Covid: Draghi, “il Natale 2021 non sara’ come quello 2020. situazione peggiorata ma sotto controllo”. Il presidente del Consiglio spiega la linea di fermezza adottata dal Governo per contrastare la quarta ondata del coronavirus.

25 NOVEMBRE: Trattato del Quirinale: Draghi riceve Macron a palazzo Chigi. Mattarella: uniti per dare piu’ ambizione all’Ue. Manovra: Draghi convoca i capigruppo della maggioranza

26 NOVEMBRE: Draghi e Macron firmano il trattato del Quirinale. L’accordo rafforza la cooperazione bilaterale in linea con il modello franco-tedesco.

27 NOVEMBRE: Fisco: il governo convoca i sindacati dopo le critiche al progetto di riforma. Manifestazioni in tutta Italia per contestare la manovra, giudicata “inadeguata”. Landini: l’esecutivo cambi strada, gli 8 miliardi vadano tutti ai piu’ deboli.

29 NOVEMBRE: Pioggia di emendamenti sulla manovra, dai partiti 6.290 proposte di modifica. Parte in salita l’iter della legge di bilancio in commissione al Senato.

30 NOVEMBRE: Caro bollette: sale il prezzo del gas, governo pronto a intervenire. Draghi: “Limiteremo i rincari, con particolare attenzione alle fasce piu’ deboli”.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Caro energia sulle spalle del Nord. Al 61% delle imprese padane l'impennata delle bollette

Articolo successivo

Da oggi rischio paralisi trasporti pubblici locali