Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali. “Io segnalo chi offende i veneti, e tu?”

di ETTORE BEGGIATOunar

Il sito si presenta molto bene. “Presidenza del  Consiglio dei Ministri” sta scritto in alto a sinistra. E sotto “Dipartimento per le pari opportunità”. A destra leggo “Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali”… E’ il mio sito…ho pensato…I razzisti mi hanno sempre fatto schifo…quelli italiani poi sono fra i peggiori in assoluto…E’ da oltre trent’anni che, da veneto cosciente della mia identità, subisco il razzismo italiota…personaggi che parlano molto bene, che appartengono a categorie molto rispettate (intellettuali, docenti universitari, ecc…) ma che sono profondamente razzisti nei confronti del mio popolo, il popolo veneto.

E’ il mio sito, pensavo…e quando ho visto il tasto “SEGNALA” ho cliccato (o strucà…in veneto…) e ho segnalato, inserendo i miei dati  quanto dichiarato da tale Oliviero Toscani alla Zanzara di lunedì 2 febbraio 2015:

“I veneti sono un popolo di ubriaconi e alcolizzati. Poveretti, non è colpa loro se nascono in Veneto. Alcolizzati atavici erano i nonni, i padri, le madri, Il loro è un destino. Basta sentire l’accento veneto: è da ubriachi, da alcolizzati, da ombretta, da vino”.

La dimensione razzista nelle parole di tale individuo non può sfuggire a un osservatore obiettivo… e adesso vediamo cosa farà questo “Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali”… con l’invito per tutti gli antirazzisti di farsi sentire e con l’auspicio che i parlamentari facciano una verifica sull’attività di questo ufficio…

E per tutti coloro che vorranno fare sentire la loro voce…www.unar.it numero verde tel. 800.90.10.10

 

 

Print Friendly, PDF & Email

4 Comments

  1. Ho anch’io, in quanto “Veneto ubriacone”, fatto sentire la mia voce all’ “Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali”…
    Grazie per la segnalazione.

    In parte condivido quanto ha scritto Dan
    e ricordo che già Tacito scriveva:

    “Gli schiavi volontari fanno più tiranni che i tiranni non fanno schiavi” .

    Antonio

  2. Ma di cosa vi scandalizzate. E’ stato ancora gentile. Come si può definire qualcuno che continua a mantenere di propria volontà un sistema ladro come questo ?
    O lo definisci pazzo quindi handicappato o gli dai dell’ubriaco. Almeno in un caso su due supponi esista ancora uno scatto d’orgoglio per mettere fine a questo schifo.
    Il lombardo veneto da solo tiene in piedi tutta la baracca: se semplicemente questi due decidessero di darci un taglio, verrebbe giù tutto obbligando il sistema a darsi una seria regolata al fine di rimettere in moto l’economia.
    State lì tutti quanti ad aspettare che scenda un messia giù dal cielo e risolva i vostri problemi quando siete voi per primi che dovete darvi una mossa. Non lo fate, continuate a mantenere i vostri carnefici e che volete ancora ? Che vi dicano grazie ? Vi dicono grazie, coglioni. Grazie dementi, grazie ciuccatoni e hanno ragione

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Pirellone, referendum solo per l'autonomia. Maroni molla lo Statuto speciale

Articolo successivo

Robledo al Csm per la questione Lega-Aiello