Trasporti Lombardia, la regione più lenta del West

di Davide Redolfi -Il Governo ha stanziato 300 milioni da distribuire alle regioni per il potenziamento dei trasporti.
La Campania ha introdotto 350 bus turistici, 260 l’Emilia-Romagna, 184 il Veneto, 130 il Lazio.
E Regione Lombardia? La regione con 10 milioni di abitanti? Quante centinaia di nuovi bus avrà introdotto? Quanti soldi ha stanziato?
Solo 80, con i genitori esasperati che hanno dovuto noleggiare da soli bus privati per mandare i figli a scuola, proprio nelle tratte extraurbane dove servirebbero.
Non ha stanziato un euro in più dal suo bilancio e chiede al Governo soldi che ha già in cassa per fare quello che le altre regioni stanno già facendo.

Non solo, Arrigo Giana, direttore generale di ATM, ci ricorda che Regione non ha mosso un dito per cambiare gli orari di scuole e servizi pubblici.

“Questi” sono quelli che avrebbero dovuto battere i pugni a Roma per ottenere l’autonomia.
“Questi” sono quelli che “non è colpa mia, è colpa di quell’altro”.
“Questi” sono quelli che governano la regione più ricca ed importante d’Italia. La regione tra le più ricche ed importanti d’Europa.

Governano così. A occhi chiusi. Senza che la mano sinistra sappia quello che fa la destra.

E la Lombardia e i lombardi “questi” non li meritano.

 

Davide Redolfi – responsabile Grande Nord Monza e Brianza

Photo of Stephen Hui

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

"Pronti a denunciare selezione dei ricoveri Covid". Rizzi: la sanità eccellente batta un colpo

Articolo successivo

Da indipendentista veneto dico: ben venga un soggetto autonomo come Grande Toscana