TOSI? NON SAPPIAMO CHE FARCENE. PAROLA DI UN BOSSIANO

di REDAZIONE

Lega unita e superate tutte le incomprensioni? Ieri sera a Bergamo, nel comizio uno e trino di Bossi, Calderoli e Maroni abbiamo sentito queste parole. Eravamo scettici prima e lo siamo rimasti anche dopo. Sono passate meno di 24 ore ed ecco partire un attacco furibondo contro Flavio Tosi, che la dice lunga sullo stato dell’arte all’interno del Carroccio. Leggete un po’ qui sotto.

Tosi? Altro che «prototipo del bravo leghista. Riscopriamo lo spirito della Lega di Umberto Bossi: di personaggi così non sappiamo cosa farcene». Lo afferma il deputato del Carroccio Marco Desiderati (nella foto a fianco), capogruppo per la Lega Nord in commissione Trasporti, bossiano, sindaco di Lesmo, in merito all’ipotesi che il sindaco leghista uscente di Verona, Flavio Tosi, si presenti con una propria lista civica alle elezioni comunali della cittadina scaligera. «Ma ragazzi vogliamo dircela la verità? Flavio Tosi il Sindaco più presenzialista del globo terracqueo, quello che manca solo al Grande Fratello e all’Isola dei famosi, quello che con la visibilità che ha su tv, radio, quotidiani cartacei e online ci mancherebbe che non fosse tra i più conosciuti… quello che con la Lega al 26% alle politiche riesce nella straordinaria impresa di farci prendere l’11% (undici) alle comunali adesso ci viene a raccontare che se non fa la sua lista personale non si candida??? Ma questo sarebbe il prototipo del bravo leghista???», scrive Desiderati. «E invece un pò di sano rispetto per tutti quei sindaci che senza avere la sovraesposizione mediatica che ha lui si candideranno da soli e riusciranno sotto le insegne della Lega Nord a vincere o comunque a prendere voti per la nostra causa???… Dimenticavo – prosegue – la causa ancora quella del primo articolo dello statuto della Lega Nord: ‘L’indipendenza della Padania’… Non ancora diventata quella di fare qualche centinaio di nomine di personaggi di dubbia provenienza politica per aumentare il proprio consenso personale. Riscopriamo lo spirito della Lega di Umberto Bossi: di personaggi così non sappiamo cosa farcene».

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

"BELLA LODI", GUSTARE LA TRADIZIONE NEI RISTORANTI IN TERRA GERUNDA

Articolo successivo

UNIONE PADANA: TOFFA ELETTO SEGRETARIO A BRESCIA