Tosi, e l’espulso ora espelle i leghisti in giunta a Verona

di REDAZIONEtosi arena

Con la decisione del sindaco di Verona, Flavio Tosi, di togliere le deleghe all’assessore Enrico Corsi, la Lega Nord non fa piu’ parte della maggioranza che sostiene l’amministrazione Tosi. E’ quanto annunciano in una nota il segretario provinciale e cittadino del Movimento guidato da Matteo Salvini. Tale “epurazione” – commentano Paolo Paternoster e Paolo Tosato – non consente alla Lega Nord di condividere le scelte amministrative della giunta, di cui per volonta’ del sindaco non facciamo piu’ parte.

“Viviamo con profondo rammarico l’esclusione di Corsi dalla giunta – proseguono Paternoster e Tosato -. L’assessore Corsi, in questi 8 anni, ha sempre lavorato con impegno e correttezza al servizio dell’amministrazione Tosi. Eletto nella lista della Lega Nord ha deciso per coerenza di non tradire il mandato ricevuto dai cittadini e restare nel Movimento politico a cui appartiene da piu’ di vent’anni”. “Aver punito la sua candidatura alle Regionali e’ stato un gesto ingiusto e ingeneroso, che certamente non meritava – concludono -. Mai una volta, infatti, ha fatto mancare il suo apporto e il suo sostegno al sindaco o all’amministrazione. La Lega Nord, nonostante le recenti vicende, intendeva continuare a portare avanti il suo sostegno e il suo contributo a servizio dell’amministrazione Tosi. Senza responsabilita’ di governo all’interno della giunta non ci e’ piu’ possibile farlo, per espressa volonta’ del sindaco. D’ora in avanti la Lega Nord, si sentira’ libera di sostenere o opporsi alle iniziative della giunta nel solo e unico interesse della comunita’ veronese”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Se la Grecia riparte fuori dall'euro, ci sarà "liberi tutti"?

Articolo successivo

I pilastri del caos: burocrati inetti come i politici