TOSI: “FACCIAMO COME IL SUD-TIROLO, CONTRATTIAMO CON ROMA”

di REDAZIONE

”La Lega Nord deve fare come la Svp: contrattare con il Governo i vantaggi per il territorio”. Lo afferma Flavio Tosi, sindaco di Verona, candidato alla segretaria della Liga Veneta. ”La Lega Nord a livello locale si salva, per quanto riguarda cio’ che si e’ fatto nel territorio, ma a livello nazionale gli ultimi sono stati anni disastrosi – ha ammesso Tosi ad ”Antennatre” -.

Dopo 3 anni e mezzo di Governo con Berlusconi, i nostri militanti ci dicevano: ma a Roma che cosa avete fatto? Ed era difficile dare una risposta, al di la’ di quanto fatto, in maniera brillante, da Roberto Maroni come ministro dell’Interno. Infatti, rispetto all’obiettivo principale, il federalismo fiscale, siamo rimasti a meta’ del guado. E poi ci ha pensato Mario Monti a spazzare via tutto”.

Per Tosi, che oggi presentera’ la sua giunta, con 7 componenti della sua lista e 3 della Lega Nord, bisogna quindi ”ritornare su questo tipo di tematiche, contrattando con Roma cio’ che serve al territorio, sull’esempio di quanto fa la Svp in Alto Adige, la quale mette a disposizione del governo che c’e’ a Roma, qualunque esso sia, i suoi voti per contrattare i vantaggi per il proprio territorio”. ”La Lega – secondo Tosi – deve tornare a fare questo. Deve confrontarsi – insiste il sindaco di Verona – con il sistema di Roma e dire: noi vogliamo il federalismo fiscale, sperando ad essere il primo partito del Nord, e imporre il cambiamento. Certo, bisogna che cambi la legge elettorale, anche se, dobbiamo ammetterlo, l’abbiamo fatta noi”.

Tosi, inoltre, non esclude che a carico di Umberto Bossi possano essere presi provvedimenti di espulsione, come nel caso di Belsito, Mauro, Stiffoni ed altro. ”Bisogna vedere i fatti ed applicare le regole a prescindere dai nomi e cognomi” ha risposto tosi al direttore di ”Antennatre”, Domenico Basso, che gli chiedeva se Bossi rischia di essere cacciato dalla Lega Nord. ”Se emergesse il fatto che Umberto Bossi possa aver autorizzato effettivamente le spese di cui si parla per esigenze familiari, con i soldi del partito o i fondi pubblici, e’ chiaro che nei suoi confronti la Lega Nord dovrebbe prendere dei provvedimenti” ha detto Tosi, precisando che questi spetterebbero, comunque, alla segreteria federale che verra’ eletta dal prossimo congresso. E questo vale, secondo Tosi, per tutti coloro che nella Lega Nord sbagliano nell’uso delle risorse. ”Bisogna che la Lega Nord per prima – ha aggiunto Tosi – faccia questa verifica, senza attendere quella della magistratura, che ha tempi lunghi”. Verifica tanto piu’ necessaria perche’ puo’ essere che, secondo Tosi, le autorizzazioni di spesa siano avvenute all’insaputa di Bossi.

Poi ancora: ”Il Veneto sarebbe rappresentato benissimo da Luca Zaia – ha dichiarato Tosi sempre  ad ”Antennatre” – perche’ e’ uno dei cavalli di razza che ha le Lega in Veneto”. Secondo Tosi, se il prossimo segretario federale, ”come immagino e come spero, sara’ Roberto Maroni, e’ normale che il vicesegretario sia un veneto perche’ le due colonne del movimento sono la Lombardia ed il Veneto e anche perche’, come sostiene lo stesso Maroni, non deve piu’ esserci un uomo solo al comando, ma un gruppo di persone che lavorano in maniera coesa e coerente con gli interessi del partito”.

FONTE ORIGINALE: AGENZIA ASCA

 

Print Friendly, PDF & Email

18 Comments

  1. Caro (si fa per dire) Tosi,

    lo sai che proprio nel Sudtirolo la Klotz ha il dente avvelenato con la SVP, per via dei continui compromessi con Roma???

    Si vede cha la Lecca Nodde non ha la minima intenzione di cambiare registro e di staccarsi definitivamente dalla “capitale”.

    Il grano di “Roma ladrona” fa comodo, troppo comodo!

  2. Tosi dimentica di dire con quale forza e con quali strumenti di pressione questa lega può sedersi ad un tavolo con roma a contrattare.

  3. la LigaVeneta(=LegaNord) in omaggio alla continuità, fu costituita a Padova nel 1983, ma era già attiva sul territorio da oltre un paio d’anni.
    SONO TRENT’ANNI DI INSUCCESSI
    e di KAZZATE GALATTIKE:
    La Lega DEVE essere anniKilita ASAP
    nel modo ++agonizzante possibile.
    “La LegaNord è l’ oppio della paGania”
    SerenissimiSaluti

    • Salutiamo Sante! Giù il cappello! Onore a Sante nostro condottiero! Voce del popolo rabbioso e vendicativo! Grazie Sante!

  4. Contrattare? No, bello mio, abbiam sotto gli occhi quel che han portato vent’anni di trattative. Questa volta facciamo a modo nostro, ci mettiamo in proprio!
    PS: di cavalli non capisci un cazzo!

  5. Il neofascista Tosi, mascherato da leghista per puro opportunismo, sente sempre il richiamo della foresta, ed allora per conciliare l’italiotismo che c’e in lui e le richieste dei suoi veneti colonizzati dalla sua Italia, fa esercizio di comparazione fra l’azione politica della SVP, molto efficace, e quello inutile del suo partito di militonti, con risultati fallimentari, dopo vent’anni di presenza nella scena politico nazionale. Basterebbe ricordare al Signor Sindaco di Verona che il Trentino Alto Adige e’ una regione con due provincie autonome, un trattato internazionale che ne garantisce le prerogative ed popolo non supino ai voleri dello stato italiano, lui la parte del suddito genuflesso la svolge molto bene, interpretando i sentimenti unitaristi dei suoi camerati veronesi. Ora fa da riferimento al famiglio di Varese, sperando e vista la sua inconsistenza di sostituirlo presto, non manca di furbizia e lo stile di gestione e’ spietato: espulsioni all’interno del movimento in quel di Verona sono all’ordine delle cose, che voglia estendere le stesse misure anche in quel di Gemonio?

    • Vai a parlar bene della SVP davanti alla Klotz, che poi ci divertiamo.

      Proprio la SVP ha fatto troppi compromessi con Roma e i suoi dirigenti vengono “corrotti legalmente” con poltrone ecc.

      Un partito veramente separatista (quindi non la Lega e non la SVP) non andrebbe mai in parlamento a scaldare la cadrega e a incassare quattrini, sostenendo, per giunta, un nano mafioso.

  6. Chiamatelo fascista, chiamatelo democristiano ma è uno dei pochi uomini degni di nota rimasti in Lega.
    Personalmente stimo Cecchetti, Tosi e Zaia, la Lega dovrebbe ripartire da loro.
    Peccato che sia solo un sogno… purtroppo continuerà la sua strada sotto le insegne di Bossi & co…

  7. Tosi come tutti i maroniani fa il furbo e gioca sull’emotività delle parole. Nomina il sudtirolo per evocare la ricchezza di quella terra frutto dell’autonomia ottenuta non a chiacchiere maroniane o a puttanate borgheziane ma a tritolo e sacrificio. La sconfitta della aspirante sindaco di Thiene, tosiana doc, ha mostrato come il “mitico” Tosi abbia vinto soltanto grazie alla lista pro-Tosi che inglobava i 3/4 del mondo pidiellino veronese che temeva la vittoria del centrosinistra in città causa divisioni fra una Lega ridotta al lumicino e un pdl impresentabile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

STIPATI SUL BARCONE VERSO L'AFRICA PER CERCARE LAVORO

Articolo successivo

BRINDISI: NELLE BOMBOLE NON C'ERA GAS. L'ATTENTATORE? UNO SQUILIBRATO