Plebiscito2013: Tosi via dai “testimonial”? No, invece c’è

di TONTOLO

La coppia di fenomeni della politica che s’è inventata “Plebiscito2013”, dopo aver rotto con Veneto Stato prima e Indipendenza Veneta successivamente, non fa in tempo a fregiarsi di un qualche testimonial del loro progettino che, subito, sono costretti a cancellarlo dal sito.

L’ultimo, in ordine di tempo, è il sindaco di Verona, sbandierato dal duo dinamico – con tanto di foto –  sulla pagina web di plebiscito2013 e sparito, alla velocità della luce, proprio ieri, il giorno dopo che Tosi ha dichiarato tutto il suo amore per l’Italia, per il centrodestra, oltreché per tutto ciò che non c’entra niente col venetismo e con l’indipendentismo. Son tempi di magra per i “soliti noti” che – tra l’altro – dopo aver amoreggiato con Alessio Morosin (leggete qui e capirete anche voi) ora han deciso di considerarlo il nemico numero uno e sparagli addosso con gli stessi metodi che usarono ai tempi in cui ce l’avevano con quel falegname d’un Chiavegato.

Certo che l’indipendentismo veneto – culturalmente e potenzialmente il più maturo – non se la passa proprio bene. Mi pare che ci siano ancora troppi figli del leghismo, e dei suoi metodi, in circolazione. W San Marco!

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Caro Direttore,

In riferimento all’articolo a firma ‘Tontolo’ (uno pseudonimo un programma), pubblicato sul vostro sito all’indirizzo http://www.lindipendenzanuova.com/tontolo-plebiscito-tosi/, dobbiamo correggere talune informazioni non corrispondenti al vero.

Comprendiamo benissimo che per motivi che non ci sono noti Plebiscito2013.eu e i volontari per l’indipendenza del Veneto che vi aderiscono non vi stiano simpatici, come il livore gratuito che emerge da tale articolo ben mette in risalto, d’altro canto ciò, pur non facendovi onore, non vi esime dal verificare la fondatezza delle notizie pubblicate sul vostro quotidiano on line. Anche se non siamo avvocati italiani di provincia, abituati a chiedere decine di migliaia di euro di danni agli indipendentisti, il livello della nostra pazienza di fronte alle falsità ha un suo umano limite.

Non dubito pertanto che vorrà pubblicare – con pari evidenza della falsa notizia che avete pubblicato – la smentita del fatto secondo cui Plebiscito2013.eu avrebbe cancellato il sindaco di Verona Flavio Tosi dall’elenco dei testimonial. Può verificare lei stesso la presenza all’indirizzo http://plebiscito2013.eu/portfolio/flavio-tosi/.

Forse l’articolista che si firma Tontolo un po’ lo è di fatto e non è in grado di riconoscere un algoritmo di pubblicazione casuale di 15 testimonial tra tutti quelli che hanno aderito, che riporta alcuni di essi in una colonna a fianco di ogni articolo del nostro sito. Delle due una: o Tontolo è bugiardo oppure egli è un nesciente informatico, tertium non datur.

Siamo certi però che Lei Direttore saprà correggere la falsa notizia che avete pubblicato qualsiasi sia vera tra le due ipotesi citate (il problema è vostro, che vi avvalete di contanti collaboratori, non nostro).

Con immutata stima, cordialmente.

GIANLUCA BUSATO

Caro Busato,

ho verificato con Tontolo (ovviamente parliamo di una persona fra quelle che collaborano a creare gli articoli a firma sua) la questione e mi ha confermato che ieri, dopo la segnalazione di alcuni lettori, la testimonianza di Tosi sul vostro sito non appariva per poi ricomparire in seguito. Comunque non intendo qui fare una disquisizione tecnica e prendo atto che probabilmente siamo noi abbastanza imbranati, come tu stesso non hai mancato di sottolineare, al punto da aver preso lucciole per lanterne… Meglio così, anche se avere Flavio Tosi come testimonial della vostra iniziativa, permettimi, serve a qualificare la confusione che state inducendo in molti indipendentisti.

Circa invece il “livore gratuito” che ci attribusici, potrei limitarmi a dire che è una normale reazione ad analogo livore che tu per primo hai sempre riservato ad alcuni protagonisti di questo gironale online, anche se personalmente pare io sia escluso dai vostri bersagli.

Comunque non facciamola troppo lunga: io non ho mai mancato di sottolineare il valore dell’iniziativa portata avanti da Indipendenza Veneta circa la questione del referendum. Meno ho compreso il senso di Plebiscito 2013, ma questo è probabilmente un mio limite. Per il resto noi continueremo a essere dalla parte del referendum per l’indipendenza del Veneto, qualunque cosa accada nelle galassie indipendentiste della vostra regione, purché la strada intrapresa sia quella giusta e non si riveli invece uno speccietto per le allodole.  E infine sono disponibile a qualsiasi confronto se questo servisse a rafforzare il percorso verso l’obiettivo che tutti ci proponiamo.

Cordialmente,

GIANLUCA MARCHI

 

Print Friendly, PDF & Email

29 Comments

  1. Franco chi mai ha messo in dubbio l’onestà ? Io dico solo che il GRISBI’ ha elogiato per un anno gli avvocati di IV ed ora invece ci racconta che non sono piu adatti allo scopo . Se questa è lungimiranza siamo fritti . E poi perché offendere come fai tu ?

    • Spiacente valerio,ma tu sei un’offesa vivente per il buonsenso della gente che ragiona con il suo cervello.La degna persona che diffami si chiama sul web Crisvì e non Grisbì. Non offendere e prendere per il kul se non vuoi ricevere altrettanto.
      Inoltre le falsità che avete scritto tu e i tuoi compari mafiosi italioti offende chi cerca la verità nelle cose.Se poi ti chiamano idiota collaborazionista non ti lamentare di essere offeso, perchè per gente meschina e falsa come te non si può trovare definizione più adatta.
      Comunque tranquillo che io non ti risponderò mai più e cercherò di non intervenire su giornali come questo che danno spazio a falsi bugiardi della tua specie.
      Chi conosce l’uomo che sta dietro a Crisvì sa di avere a che fare con un uomo veramente in gamba, sveglio e onesto come pochi e sta lontano dai cialtroni invidiosi come voi che diffamano la gente pulita e capace.
      Fatevi una fossa e seppellitevi dentro che almeno non diffamate la gente molto migliore di voi collaborazionisti del governo italiano.
      Parlate male dei carabinieri ma i veri traditori del popolo Veneto è la gente che sta dietro a nomi falsi come questo valerio e amichetti vari.
      Gente come te è un disonore per il Veneto.

      • Carissimo Franco,

        Sono tanto sorpreso quanto felice di questo tuo intervento, che dipana ogniqualsiasi ombra sulla mia immacolata esistenza.
        Mai peraltro impegnato in politica attiva prima di IV, neppure con altri precedenti partiti indipendentisti.
        Se vogliamo, ho sempre votato gli uomini, più che i partiti. Quando votavo pertanto, cercavo il nome di chi potesse rappresentarmi al meglio. Anche se non sempre, sono stato contento della scelta.
        I candidati appartenevano a partiti anche in contrasto tra loro e quando possibile, ho adottato il voto disgiunto, senza mai cercare il simbolo in sè !

        Del resto, hai mai visto un simpatizzante del PDL, che ammira e difende con tenacia l’immagine e i trascorsi del ” Che ” Guevara ?
        Io no di certo !!!

        Forse ho riposto fiducia anche verso chi non la meritava, almeno però ci ho provato a migliorare le cose, preferendo le persone con il loro know how personale, a inutili simboli politici aggregativi.

        Ti ringrazio pertanto immensamente, per la tua accorata difesa a mio favore e consentimi l’onore di poterti offrire da bere, la prossima volta che c’incontreremo nell’ufficio di tuo cognato, che ti prego di salutarmi con viva cordialità. Incluso suo padre, che conosco da più di 25 anni e non solamente da 20.

        Errori ne commettiamo tutti, ma dal canto mio, sono più che orgoglioso d’aver svolto con dedizione, sacrificio, per la gente e con la gente, per alcuni anni, il mio servizio di carabiniere nei reparti speciali.
        Il mio ruolo consisteva nel difendere la legalità e gli innocenti, specie dalle Brigate Rosse.
        Come ben sai, devo peraltro lavorare nel mio settore civile con impegno, specie in questi momenti tristissimi, altro che pensionato !!!
        Lo sarei certamente se fossi rimasto nell’Arma, specie contemplando il ” riscatto ” di 5 anni contributivi, che spettano a coloro che svolgono ruoli pericolosi o usuranti.

        Ciò che ho fatto, l’ho svolto con competenza, abnegazione e coraggio e non rinnego nulla, ma anzi, vado largamente orgoglioso del mio servizio nell’Arma, fosse anche servito a salvare una sola vita umana.
        Nulla posso rivelare nel dettaglio, in quanto tutto è doverosamente coperto da segreto militare.
        Condizione che intendo saldamente rispettare !!!

        Come ben intuirai, mai ho avuto nulla a che fare con il periodo dei ” Serenissimi “, gente patriota peraltro che ho sempre ammirato e difeso, in quanto all’epoca ero già congedato da oltre un decennio.
        Patetiche e fuorvianti sono pertanto le immonde falsità da decerebrati, con cui mi si vorrebbe aggregare a quel periodo.
        In ogni caso, R.S. ( poi ROS ) e GIS sono due branche dell’Arma, assolutamente distinte per mansioni e logistica.

        Strano che i tre mentecatti in questione ( ma nella realtà sono solamente due, che conosco benissimo e presto affronterò ), di cui non mi lordo neppure le dita nell’imprimere i loro nick sulla tastiera, insistano e persistano su questo tema, che li ha anche in passato, visti tristemente smentire e irridere dalla grande massa indipendentista, per la loro palese deficienza congenita.

        Forse codesti individui presumono di riscontrare anche altri handicappati della loro infima identità, che possano credere alle loro spropositate corbellerie infamanti. Tuttavia la gente è molto meno stupida di quanto essi credano.
        A mio parere : ” Mission Impossible ” la loro azione diffamatoria surreale.
        Chiunque, dotato anche d’intelligenza inferiore alla media, riderebbe loro sul muso !
        Oppure forse come affermi tu, trattasi di mera invidia la loro, tipica dei perdenti patologici che la vita castiga in continuazione.

        Del resto, ” Sulla vetta si giunge solamente in pochissimi ! ”

        Un caro saluto e a presto arrivederci.

        Ad Maiora.

        CrisV 🙂

        PS : Il mio nick è Crisvi con la ” i ” non accentata, oppure mi firmo spesso anche : ” CrisV “.
        I biscottini farciti, lasciamoli agli immaturi rimbecilliti !!! 😀

  2. Ho letto le stupidaggini che tre persone con evidenti problemi mentali hanno scritto su Crisvì.
    Per prima cosa, io lo conosco da qualche anno e lui è uno di quelli che sembrano innamorati dell’indipendenza del Veneto, se quindi qualcuno gli dà addosso con cattiveria è solo perchè è un collaborazionista dei nemici dei veneti.
    Poi devo aggiungere che mio cognato ha affari di lavoro con lui da più di 20 anni, e mi garantisce che L’uomo che sta dietro al nome di Crisvì è una persona che è sempre stata corretta e onesta sul suo lavoro e nei rapporti con le persone. Fa un lavoro ben diverso dal carabiniere e in ogni caso solo i farabutti come i tre spandiveleni in questione possono avercela con i carabinieri.
    Chiaro che chi gli dà addosso a Crisvì sono solo dei minorati mentali magari invidiosi e rognosi scansati da tutti, che non riescono a stringere rapporti civili con gli altri e essendo incapaci di avere rapporti con la gente onesta preferiscono criticarla con menzogne. Certo comunque che quanto hanno scritto con tanta perfidia e falsità, si ritorce sulle loro teste vuote da incapaci invidiosi.
    Ciao Crisvì per me sei sempre un GRANDE e lascia perdere i cani rognosi che ti infamano. Sono Franco il cognato di Gianni G. ci siamo conosciuti da lui.

  3. ah ah !!! 🙂
    L’inimitabile Busato ne ha fatta un’altra delle sue marachelle
    La dodicesima impresa del Buso
    Se lo invitate a casa vostra, prima vi separa la cucina dal salotto per protesta, poi va dal cane a intimargli di restituire il suo sito e infine accusa la poltrona di essere cadregara.
    E senza parlare di avvocati e 33 maggiori consigli invalidati.
    Se manca la firma sulla riunione tutti giù in cantina a fondare il QUATTORDICESIMO partito.

    Mamma mia, son io che scherzo o gli indipendentisti si fumano la cicoria ???

  4. Carla fino a ieri tu ed il tuo mitico compagno di merenda GRISBI scrivevate IV tutto al maiuscolo , ora minuscolo ? A quando PB2014 2015 2016? 🙂 infamie gratuite escono solo dalle vostre povere testoline . Ormai la gente sa bene chi siete . Salutami Tosi e Valdegamberi i vostri testimonials :-):-):-)

  5. Il miles gloriosus Grisbi (insieme al suo alter ego femminile Carla – da lui regolarmente apostrofata come “darling” = il mio tessssorooo) probabilmente sta seguendo un corso di aggiornamento per informatori e agitatori al soldo dell’Arma. Ricordiamoci anche che Grisbi, come il Mago Do Nascimiento, si qualifica “maestro di vita” e sostiene di avere dei “discepoli”. Che facesse il blogger-informatore di professione, e non l’agente di commercio come da lui millantato, lo si capiva benissimo. Ora i suoi danti causa l’hanno ritirato dal servizio attivo perché “controproducente”. Ma suppongo che tornerá presto, insieme ai suoi alter ego, piu’ agguerrito e straffottente che mai!

    • Su una cosa hai ragione perchè presto lui tornerà a sbugiardare i falsi traditori e ipocriti italiani come te che hanno sempre e solo danneggiato il popolo veneto creando divisioni e malcontenti.Rimane invece costante la tua demenza e inutilità che contradistingue da sempre la tua esistenza e quella dei tuoi accoliti.

      • Eccomi qui DARLING 😉

        Perdona l’assenza, ma sai benissimo dov’ero.

        Un grazie di cuore, anche per la tua solenne difesa nei miei confronti.

        Sei una Grande Donna ! Con le iniziali maiuscole, che puntano verso l’immenso !!!

        Ad Maiora.

        CrisV 🙂

        PS : Per il resto questi cesellatori di zolle e farcitori di letame, non intaccano minimamente la mia persona.
        Lo noti anche dall’intervento accorato di Franco, sceso improvvisamente sulla piazza a mia tutela.
        Paradossalmente siffatti elementi, sono utili per alimentare la mia figura su toni quasi leggendari.
        Parlano del sottoscritto, invocandomi, persino in mia totale e remota assenza.
        Questo è a parere di molti, testimonianza di successo.

        😀

  6. ma scusate, Tosi non ha mai nascosto di tifare per l’Italia e se da sindaco ha promosso il Referendum presso la Regione, non vedo perchè non lo doveva fare…in fondo è affermare per i Veneti il diritto di esprimersi, Lui voterà no all’indipendenza e i promotori del Referendum ovviamente si augurano che vinca il SI.
    Esser testimonial del Referendum/Plebiscito è una cosa che non coincide necessariamente col tifare per l’indipendenza.
    Se vincerà il SI ognuno che non è d’accordo si regolerà come crede, si adeguerà o emigrerà in Italia..

  7. Qui in Friuli Tosi e’ conosciuto come “l’lmpallinatore” per una nota vicenda accaduta l’anno scorso dove il sindaco veronese ha sparato a un altro cacciatore che si trovava nelle vicinanze…

  8. Bravo Gianluca (Marchi), un’ottima risposta pacata e senza alzare inutilmente i toni. I facinorosi se ne stiano alla larga. Il nostro unico obiettivo è, deve essere e sarà sempre l’indipendenza. E se qualcuno prende altre strade per raggiungerla non facciamogli (e facciamoci) la guerra. Altrimenti tra poco finirà il sogno.

  9. Bel riassunto Tontolo ! Il metodo di sputtanamento mediatico è sempre lo stesso che si tratti di falegnami o avvocati. Chi non sottosta’ a loro percorso demenziale viene messo alla gogna di siti pirata gestiti sempre dalla stessa mente bacata. Unica variante è la mancanza attuale del signorsotutto GRISBI’ …. comincio a preoccuparmi . Sarà andato in ferie in Malesia con Sandokan ? :-):-) Lui è sempre piu avanti di noi poveri mortali . :-):-):-)

    • Infatti Vittorio lui lo fa di professione il blogger, pagato dai servizi per seminare zizzania o aiutare chi semina zizzania nel mondo indipendentista.
      Sono patetici gli ingenui che continuano a credere in questi personaggi al servizio di ITA-PDL e USA-NATO

      • Gli unici che dimostrano di lordare queste pagine con la loro zizzania è la gente come te Giannmarco con il tuo alter ego amoroso Carli e il tirapiedi demente Caldiero.La gente crede a persone come crisvi proprio grazie alle infamie gratuite e totalmente bugiarde degli individui loschi della vostra bassezza umana e morale.Più spandete il vostro sterco e più vi rimane impresso il suo tanfo mentre crisvi ne esce sempre lindo e candido.La gente vi ride dietro credendo a lui perchè le vostre paranoie mentali le sparate sin troppo grosse.Apparentarlo al partito di Berlusconi poi?Mai fatto politica da quando lo conosco e sono tantissimi anni. Fino a ora non ha mai fatto politica prima di indipendenza veneta.Scritta in minuscolo vista l’emoraggia di iscritti che arrivano da lei a plebiscito2013.

  10. Questi due idoti, ambiziosissimi e megalomani, vivono in un loro mondo incantato, incantano con i loro suadenti discorsi tante persone oneste, sono bravi a registrare siti a titolo personale a nome di partiti movimenti, per poi (quando democraticamente perdono il controllo) sabotarli o riusarlimpermi loro scopi, vanno avanti raccontando panzane galattiche a cui credono gli ingenui e i nuovi venuti (stando a loro, l’italia doveva cadere e sfasciarsi ancora nel 2010, poi nel 2012, adesso promettono il referendum per il 6 ottobre), gestiscono siti diffamatori (buxia, gazeta, basta italia, blog padova, treviso ecc., press new… Ecc) in esaltano le loro gesta e diffamano con menzogne infondate i propri avversari.
    E questi dovrebbero portarci all’indipendenza? Sono provocatori pagati per illudere gli onesti e poi deluderli e sfiancarli fino a mollare la causa in modo che vadano a rafforzare le fila degli indipendentisti onesti.

    • Inoltre si circondano di ambigui personaggi che collaborano sui loro siti internet:
      . Ufficiali dei carabinieri in pensione con la passione di commentatori di blog,
      . consulenti (iscritti alla massoneria) disoccupati bravi a tene conferenze o scrivere articoli.
      . docenti universitari sionisti (che scrivono libri su israele e sugli ebrei ma tacciono dei massacri perpetrati dall’esercito israeliano nei confronti di palestinesi, libanesi, siriani )
      . Attivisti disoccupati (come faranno a mantenere moglie e figli se passano tutto il tempo a scrivere articoli diffamatori contro lo stato italiano, i carabinieri e gli avversari politici o le decine di commenti trionfalistici agli articoli dei due fenomeni con nickname inventati?)

      • Ciao Gianmarco.
        SENZA mettere nomi, puoi farmi capire chi è iscritto alla massoneria ?
        Son molto interessato.
        Usa un po di fantasia… ah, sì… metti le INIZIALI grazie.
        Mi basterà.
        Ciao

  11. …..chissa come mai lo avranno tolto? Caspita metter Tosi era un inno alla incoerenza Veneta !!!
    Sui modi poi direi che sono importanti, sono questi che ti fanno capire con chi hai a che fare ! Un Veneto indipendente che sia peggio di questa Itaglietta ….. no grazie !

  12. Ivano la questione è molto più profonda. Il percorso legale e democratico per l’autodeterminazione del popolo Veneto è stato concepito dalle stesse persone che oggi hanno concepito plebiscito2013. Tutto è iniziato con il PNV caro Tontolo (quanto tu già dormivi) e i passaggi sucessivi sono / saranno propedeutici al risultato finale: l’indipendenza del Veneto. Sì perchè vedete quando il presidente di IV propone di cambiare il quesito referendario, di far coincidere il referendum con le elezioni politiche piuttosto che europee, o quando auspica che la corte costituzionale valuti “positivamente” il referendum, e queste sono solo alcune delle “lacune”, chi non ha lacci o laccioli non può fare finta di niente. Anzi, sente il dovere di reagire per essere comunque trainante e propositivo verso l’unico obiettivo che da sempre è l’indipendenza del Veneto. Il paradosso è proprio questo: la difficoltà di cogliere i pericoli mortali che le proposte succitate rappresentano indicando invece l’unico baluardo indipendentista come fuorviante o peggio. Evidente l’incapacità di Tontolo ed Enrico di cogliere fino in fondo questi pericoli, ma a chi è da sempre traino per la libertà dei Veneti non può fregar di meno.

  13. Diciamo che se invece di attaccarci tra di noi ci preoccupassimo di liberare il Veneto e di orientarci all’obiettivo comune, sarebbe più responsabile ed intelligente. Ognuno adotti i suoi metodi, senza criticare gli altri

  14. Figli del leghismo ???? Che cavolo significa???? Questi son figli di….qualcun altro. Opportunisti cinici che, in un gruppo piuttosto che in un altro perseguono non ideali comuni ma interessi propri. In questo ne la Lega ne altri movimenti sono responsabili, ma la responsabilità è solo dei singolo. Enrico Voltan

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Caro mutui, in Italia comprarsi la casa rimane un miraggio

Articolo successivo

Il governo della Sicilia costa 5 volte quello della Lombardia