Leoni e Bossi fondano un partito? Due sole regole nello statuto!

di TONTOLO

Giuseppe Leoni è andato da un notaio – si racconta – a fondare un nuovo partito. Sembra che lo abbia fatto in società con Umberto Bossi e Manuela Marrone: un trio affiatato di amorosi sensi e di precedenti avventure.

Non si sa il nome. L’Emilio, uno del mio paese che frequenta il giro ed è sempre bene informato si dice però sicuro di due cose.

1) Nello Statuto si prevede l’abolizione dei congiuntivi.

2) Le riunioni si faranno a PontidaFin.

Print Friendly, PDF & Email

7 Comments

  1. Credo che la tecnica di Bossi sia quella di far logorare il nanetto di Varese facendolo cuocere nel suo brodo…ci sta riuscendo benissimo.

  2. Nuovo partito…?? Leoni che parla solo di Madonne, aeroplani e cattolici padani, Rosi Mauro del fantomatico Sinpa e dei Kulinudi, la Goisis, sgrammaticata padovana priva di qualsivoglia qualità oratoria e/o intellettiva…..
    Povero Bossi, se ‘sta gentaglia ti prende ancora per il culo, vuol dire che sei proprio arrivato alla frutta.

  3. probabilmente è l’unico modo per liberarsi dalla morsa del silvio, ma dovevano farlo prima..molto prima…ma quando si mungeva andava bene tutto, no ?

  4. NO. NO. E POI NO. Rifondazione Leghista sarebbe l’affossamento del sogno secessionista. Meglio la defenestrazione di Praga allora (robusti giovanotti Veneti che scaraventano CHI BEN SAPPIAMO nell’indifferenziato e nominano,tra “Eja eja” festanti il nuovo konducator Luca Zaia, come faro di unità e guida spirituale per le fin troppo sottomesse genti della PADANIA.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Default thumbnail
Articolo precedente

La storia del Sancto Grisedio, presentazione a l'Aquila

Articolo successivo

Le due Koree, trova le differenze