Titanic affonda e politica va avanti a farsi i propri affarucci. Coi soliti mezzucci…

di Monica Rizzi – Tra le tante dichiarazioni che ho letto in questi giorni, mi soffermo su quella del prof. Massimo Galli, direttore dell’Istituto di Scienze Biomediche all’Ospedale Sacco di Milano, intervenuto l’altra mattina ad Agora’, su Rai3. Cosa ha detto il noto scienziato? “Mi tedia questa litigiosità che continuo a vedere nella politica, che dovrebbe essere la funzione responsabile di questo Paese, che continua a farsi i propri affarucci…in una situazione in cui l’orchestra suona e il Titanic affonda”.

Sono parole che tutti i giorni, non solo ora, vanno bene per questo Paese. Sono fotocopiabili sempre per lo Stato e lo sono, purtroppo e sempre, per il Nord. I politici del Nord continuano a Roma a farsi i propri affarucci. Non hanno portato a casa nulla. Sì, forse qualche aiuto per ristrutturare la chiesa o la piazza del proprio paese, ma nulla per conquistare un pezzo di autonomia, di libertà per casa nostra. Il nulla.

La pandemia non ha certo evidenziato le eccellenze. Anzi, ha mostrato l’aberrante incapacità degli amministratori di gestire in modo  trasparente la crisi. Affarucci e mezzucci… Intrallazzi, intramezzati da inchieste della magistratura. Nove anni fa sarebbero saltate tutte le teste, oggi tutte le teste sono coronate.

Viene spontanea la domanda: era stato tutto programmato per mettere le mani sul timone e godersi una immunità per il resto della vita?

Senza una rivoluzione morale, non cambieremo la prospettiva e le opportunità per il Nord di liberarsi dai nuovi occupanti, made in Nord.

Monica Rizzi – Segretario Organizzativo federale Grande Nord

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Rsa, sospensione fino a 8 mesi per chi rifiuta vaccino anticovid

Articolo successivo

Ma quale dittatura sanitaria. Questa è una "dittatura" fiscale-finanziaria