Tino Rossi: lascio la Lega deluso dalla ricerca delle alleanze

di REDAZIONE

Ha lasciato il partito ”perche’ deluso dalla politica di Maroni” che ”cerca ancora un accordo con Berlusconi o con Alfano”. Cosi’ l’eurodeputato Oreste Rossi spiega all’ANSA la sua decisione di uscire dalla Lega Nord. Si definisce ”maroniano” ma, precisa, ”quello che mi da’ fastidio e’ il voler cercare l’accordo con un centrodestra con non c’e’ piu’, che e’ sfasciato”.
‘Vorrei una Lega di programma, non un partito che cerca ancora alleanze” aggiunge. E sottolinea di non avere ”alcuna intenzione di presentarmi alle politiche, ne’ con la Lega ne’ con altri partiti”. Poi ribadisce l’intenzione di restare, se possibile, nel gruppo europarlamentare Efd cui appartengono tanto la Lega quanto gli euroscettici indipendentisti inglesi dell’Ukip. Ma precisa di essere ”a favore di una confederazione europea” e di essere ”un eurocritico”, perche’ a non andargli giu’ e’ ”questo tipo di Ue: la vorrei migliore”, ad esempio ”con l’elezione diretta del presidente della Commissione e con un ruolo della Bce piu’ simile a quello della Fed americana”. ”Perche’ non e’ possibile – conclude – che si perdano tre anni e si spendano centinaia di miliardi per il salvataggio della Grecia”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Frana la Valle Camonica, ma il prefetto se ne frega altamente

Articolo successivo

Obbligo pneumatici da neve: in Svizzera non esiste