MORAZZONE: NO A CHE I SOLDI DEI COMUNI VADANO A ROMA

di REDAZIONE

Sabato il Consiglio comunale di Morazzone (Varese) ha approvato la mozione voluta dal sindaco leghista Matteo Bianchi contro la “tesoreria statale” cioè la “rapina” attuata dal governo Monti ai danni dei Comuni virtuosi i quali, già costretti dal patto di stabilità a non spendere i loro quattrini, ora si vedono obbligati per decreto a trasferire quei soldi dalle loro tesoreri comunali a quella statale. Tutto ciò fino al 2014 e poi si vedrà se quei quattrini appartenenti alle singole comunità torneranno mai indietro. I voti a favore della mozione sono stati 11, un consigliere si è astenuto e quattro hanno votato contro, cioè gli esponenti di una lista civica di centro-sinistra.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

CONFERENZA SULLA SICILIANITA' NELLE SCUOLE

Articolo successivo

ETERNIT, AL PROCESSO CONDANNE ESEMPLARI A TORINO