Tasse su immobili: per pagarle, cittadino vende la casa e negozio a Belluno!

tasse casadi ROBERTO BERNARDELLI –  “E’ pensabile che un cittadino decida di regalare tre immobili al Comune perche’ non riesce a pagare le tasse che gravano su di essi? E’ successo nel pieno centro di Belluno al proprietario di tre locali commerciali, che ha deciso di liberarsene in questo modo dopo aver inutilmente tentato di venderli o di affittarli e non riuscendo piu’ a sopportare, oltre alle spese di manutenzione, il carico di Imu, Tasi, Irpef, addizionale comunale Irpef, addizionale regionale Irpef e probabilmente anche Tari”. Lo afferma sui social il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa.

E’ un esproprio in piena regola, camuffato sotto la voce tasse di uno Stato predone.

“Serve un esempio piu’ lampante per comprendere che bisogna invertire nettamente la rotta in tema di tassazione immobiliare – prosegue Confedilizia-. La legge di bilancio e’ l’occasione per iniziare a fare qualcosa, introducendo la cedolare secca per i negozi. Ma nella prossima legislatura, chi si assumera’ la responsabilita’ del governo del Paese dovra’ porre un rimedio definitivo al disastro provocato da una imposizione tributaria insensata sul risparmio immobiliare. Che arriva a provocare anche espropri surrettizi come quello capitato a Belluno”.

E che dire, cara Confedilizia, della tassa di successione? Vogliamo aprire una battaglia per cancellare questa imposizione che, di fatto, cancella il diritto alla proprietà privata e ad ereditare i beni frutto di una vita di sacrifici familiari?

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

QUANDO GIURARE IN SARDO (SECONDO QUALCUNO) ERA REATO

Articolo successivo

Se anche il Nord come i Cantoni svizzeri, facesse concorrenza sulle tasse...