“Licenziato per giusta causa” il genio economico di Renzi: requisiti… pochi

di STEFANIA PIAZZOtaddei

L’articolo 18, a modo loro, lo hanno applicato i professori universitari nei confronti del genio economico a cui si affida il premier per proporre le nuove ricette economiche per il paese.

D’altra parte il Pil non se la passa bene. Gli 80 euro non hanno spostato di un passo in là i consumi. La recessione è diventata deflazione. Le pensioni sono sempre il sogno segreto di ogni governo per pescare dove si può. E’ dell’altro giorno la statistica che fotografa come il 44% dei pensionati sia ad un passo dalla soglia di povertà. E per incrementare i consumi ora si pensa di far scegliere al lavoratore se consumare o meno l’accantonamento del tfr. Giusto perché le pensioni, quelle che ancora potranno esistere, saranno da fame! Ci manca anche rinunciare all’accantonamento che farà da salvagente. Insomma, un disastro. Renzi semina entusiasmo ma le politiche economiche languono, persino i vescovi gli hanno detto: ehi, giovane! Meno chiacchiere, pensa alle persone.

E lui ci pensa, eccome. Tra le recenti nomine, a metà del settembre scorso, aveva riconfermato la piena fiducia al suo uomo economico di fiducia: nella squadra infatti compare  Filippo Taddei (già adesso responsabile economia della segreteria nazionale del Pd). Esperto, espertissimo.

All’ultimo concorso universitario per professore associato, lui c’ha provato. Ma peccato che le pubblicazioni fossero pochine e i requisiti per insegnare l’economia altrettanto, a giudizio della commissione. Ecco il giudizio dei commissari che hanno certificato la bocciatura del candidato: vi si legge che “Attualmente presta servizio in qualità di Assistant Professor presso la SAIS, The Johns Hopkins University.
Supera la condizione necessaria in una delle categorie. Ha conseguito il PhD in Economics (2005) presso la Columbia University, New York.
Non supera nessuna delle condizioni sufficienti previste dai criteri stabiliti dalla Commissione.
Dalla valutazione analitica delle pubblicazioni risulta soltanto 1 articolo in riviste di fascia A. con un rilievo discreto.taddei2
I temi di ricerca riguardano i flussi internazionali di capitale e sono rilevanti per la Politica Economica
Il percorso professionale documentato da titoli e CV, benchè promettente, risulta all’inizio.
La Commissione unanime, sulla base della valutazione analitica dei titoli, del CV e delle pubblicazioni,
dopo aver accertato – per quanto possibile – il contributo individuale del candidato, stabilisce che la valutazione complessiva non supera la soglia prevista e giudica il candidato non ancora idoneo per l’abilitazione a Professore Associato nel settore 13-A2″. Ricapitolando: un solo articolo. Libri: zero. Si sa che le pubblicazioni fanno letteratura e che avere una biografia con lavori consultati dalla comunità scientifica è fondamentale. Evidentemente Taddei scriveva altro. Belle lettere e bei progetti economici per Matteo, ma quelli non valgono per fare punteggio. Filippo, stai sereno, prima o poi ce la si può fare. Per una giusta… causa.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

  1. Lasciamo perdere gli americani (usa e Canada in particolare) che prima alimentano i ribelli e poi li ammazzano. Come al tempo del FARWEST piu’ o meno. Al giorno d’oggi e’ molto piu’ evidente ma sembra piu’ IGNORATO.

    Ricordo ai piu’ distratti, che i patti, i trattati, le leggi (anche condominiali) seguono il principio del diritto romano nato per perpetuare l’impero stesso. In sostanza, si applicano contro il nemico e si ignorano se interessa l’amico. Questo vale in omni direzione e in agni tempo.
    Non e’ un’invenzione romana ma UMANA.
    E’ nerll’homo, mai stato sapiens, sebbene va sulla Luna.

    Adesso noi, sognatori e credenti nella nostra sovranita’ FITTIZIA, stiamo girando seduti nei raggi della ruota della vita.

    C’e’ chi ha fortuna e chi non ne ha.
    I pellirosse non l’ebbero.
    I veneti non ce l’ hanno perche’ stanno facendo la stessa sorte, pari passo.
    Gli hanno cambiato, imposto, il loro modo di vivere…
    Adesso poi, i veneti, hanno piu’ capi che militanti… NON CE LA FARANNO MAI..!

    TALI QUALI I PELLIROSSE..!!

    Eppoi ACCOLGONO CHIUNQUE, SENZA DISCRIMINE, e il DISCRIMINATORE ELETTRONICO, in una radio e TV, e’ FONDAMENTALE PER AVERE IN USCITA UN BUON SEGNALE, accolgono chiunque, anche il loro accerrimo NEMICO..!

    SOCCOMBERANNO..!

    AMEN

  2. Quasi omonimo del ben più noto Filippo Mazzei , quello si che, nei non ancora costituiti Stati Uniti d’America, nella seconda metà del XXVIII secolo venne considerato un Italiano (Toscano) di grande valore.
    Nemo profeta in patria, Filippo Mazzei viene invece ancora ricordato in quella che fu una delle sue patrie di elezione.
    Cordiali saluti da Aldo

  3. politicanti ,sindacalisti e porcherie varie si dimenticano o meglio omettono di dire che i dipendenti di serie A sono i dipendenti pubblici, altro che articolo 18 !

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Tranquilli, siamo già stati comperati dai cinesi

Articolo successivo

Congresso di Plebiscito.eu