L’Italia di Renzie dichiara guerra alla Russia

di GIUSEPPE REGUZZONISVASTICA

Lo aveva detto: “Il governo italiano è incondizionatamente dalla parte di Kiew in difesa dell’integrità territoriale dell’Ucraina” e ora, almeno in questo caso, mantiene la parola. L’Ucraina ha comunicato di poter contare sull’invio di armi di precisione da parte di almeno cinque paesi NATO: Usa, Norvegia, Francia, Polonia e, appunto, Italia. Non è uno scherzo, ma il contenuto di un comunicato ufficiale del consigliere personale del presidente ucraino Poroschenko, Juri Luzenko, e pazienza se altri alleati Nato la pensano diversamente. Così, mentre la cancelliera Merkel ha esplicitamente escluso l’invio di armi all’Ucraina da parte della Germania, il governo italiano mostra i muscoli: spezzeremo le reni alla Russia! E pazienza se sugli elmetti dei volontari ucraini compaiono le svastiche, pazienza se persino l’OCSE ha dovuto ammettere che l’esercito regolare ucraino si è macchiato di atrocità contro le popolazioni della Novorossja, se il numero delle vittime civili e dei profughi sotto i colpi delle artiglierie ucraine non si contano più, Renzie ha deciso, Mogherini al seguito, la nuova crociata per la civiltà. Son di sinistra, dicono, e, quindi, per i media italici sarebbero “colti”, ma non si ricordano che gli italiani di crociate contro la Russia – che non aveva fatto loro niente- ne hanno già fatte due, una con Napoleone e una con Benito Mussolini. E sappiamo come è andata a finire, la prima e la seconda volta. Non c’è il due, senza il tre… A suggerire un pochino di prudenza dovrebbero essere, almeno, le centinaia di milioni di euro di danni che le sanzioni UE stanno provocando proprio all’Italia (non agli USA) e il rischio concreto di un inverno al freddo, ma la prudenza è una virtù e, quindi, dalle parti di Roma scarseggia o viene confusa con il servilismo.

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. Risus abundat in ore stultorum è una locuzione latina che letteralmente significa “Il riso abbonda sulla bocca degli stolti”, spiegando che ridere eccessivamente e fuori luogo è sinonimo di stupidità.

    Infatti il nostro attuale presidente dell’esecutivo, detto anche il “bomba” (ma chi ce l’ha messo?! Napolitano! Ah! allora tutto si spiega…), non fa altro che mostrarsi sorridente, sia vendendo coni gelato in piazza, sia spandendo a piene mani elemosine da 80 euri a que’ fessi di italiani (tanto lo fa coi nostri soldi, mica coi suoi… accidenti a lui!).
    Ora addirittura si mette a regalare (vendere?) armi all’Ucraina con lo stesso demenziale sorriso sulle labbra a chi non si perita a esibire sull’elmetto la svastica di nazistica memoria.

    E bravo il nostro Renzi! e bravo il “bomba”© ! chissà cosa ne pensano a Sant’Anna di Stazzema…

  2. Cose demenziali degne di un paese di sottosvilupati !!!!! Come settant’anni fa quando Mussolini, con l’invasione della Russia, subi’ sul Don una tragedia con una ritirata memorabile. Ora gli italioti, sottomessi ad una Europa di cialtroni catto-comunisti, con armi e sanzioni aggrediscono ancora la grande moderata Russia che ci consente di esportare e ci fornisce in cambio le sue immense risorse energetiche. Svegliatevi popolo di produttori e consumatori e sostenete la Repubblica Veneta che non riconosce questa Europa ed è una sincera e storica alleata del popolo russo. WSM

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Un vero vescovo : basta buonismo e tolleranza, via i mussulmani che non condannano l'Isis

Articolo successivo

Doccia scozzese per Londra: Indipendenza, il SI in vantaggio