Convegno sulla strage di Torino: la prima strage di Stato

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“Storia Ribelle” e il “Centro Studi Cultura e Società” organizzano una giornata dedicata al tema “LA STRAGE DI TORINO DEL 1864”, che si terrà a Torino sabato 15 settembre prossimo, presso la Sala Conferenze di via Vigone 52. Ecco il programma:

– ore 16: Inaugurazione della mostra storica “Torino 1864”. Introdurrà il presidente di “Cultura e Società” dottor ERNESTO VIDOTTO.

– ore 17: Presentazione della nuova edizione del libro “La prima strage di Stato. Il massacro di Torino del 1864 “. Interverrà l’autore, Roberto Gremmo, i cui libri sono da anni molto apprezzati.

Questo libro, nello specifico, denuncia la strategia occulta messa in atto da alcuni ministri italiani assetati di potere. Costoro, per uno sporco gioco politico, non esitarono ad utilizzare provocatori prezzolati facendo degenerare pacifiche dimostrazioni di piazza. Per far crescere la tensione.  Puntualmente, intervennero polizia e carabinieri che spararono su mariifestanti inermi e sulla folla irmocente. Vi furono morti e feriti. Fu una Strage. Di Stato.

La stampa, foraggiata e pagata dal Governo condarmo la violeriza dei manifestanti ed invocò la maniera forte. Ma il gioco era troppo scoperto e le responsabilita dei politici nei massacri troppo evidenti. Lo scandalo fu enorme. I politicanti ‘stragisti‘ dovettero dare le dimissioni, pero mantennero intatto il loro potere. Iniziarono le inchieste per stabilire le responsabilita ma finirono in un nulla di fatto. lnsabbiate in fretta.

Un parlamentare e giornalista controcorrente non si rassegno a vedere impuniti i colpevoli, continuo con tenacia a chiedere la verita. Morì in circostanze poco chiare. “La prima Strage di Stato” sembra una cronaca del “Sessantotto”: gli scontri di piazza, la strategia della tensione, la manovalanza della provocazione, i servizi segreti deviati, i morti irmocenti, la repressione. E invece no. E la storia di uri episodio inquietante e pressoché sconosciuto dei primi armi dell’unita d’Italia: le ‘giornate di sangue’ di Torino del 1864. La ‘preistoria’ dei misteri e dei segreti d’Italia.

Non v’e da stupirsi se analoghi episodi tragici ed inquietanti, oscuri e violenti, caratterizzarono la storia d’Italia. Con la Monarchia, durante il Fascismo e nella Repubblica democratica. Varia la forma ma la sostanza repressiva del potere non é mai cambiata. Non puo cambiare.

Il libro sarà disponibile durante la presentazione.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Zaia ha scelto i testimonial per l'indipendenza del Veneto

Articolo successivo

Toscana, al via la prima edizione di "TerrEtrusche"