Stop allo sci, “danni drammatici”

Danni drammatici al settore del turismo dalla proroga della chiusura degli impianti sciistici. L’allarme arriva da Confindustria Alberghi, la cui vicepresidente, Maria Carmela Colaiacovo, in una nota dichiara: “A 12 ore dall’apertura attesa da mesi, si blocca nuovamente il turismo della montagna. I danni sono drammatici, le aziende del settore si erano preparate alla riapertura, attesa da mesi e annunciata da diverse settimane, con acquisti e l’assunzione del personale. La marcia indietro dell’ultimo minuto con il blocco degli impianti prorogato al 5 marzo, nella pratica chiude con un nulla di fatto la stagione invernale 2020/21 che non ha mai potuto iniziare”.

Foto di Kipras Štreimikis

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Catalogna, che governo arriverà?

Articolo successivo

Pagliarini: europeismo, ritorno alle origini della vecchia Lega?