Stoiber frena la Csu: il matrimonio con l’Euro è indissolubile

FONTE ORIGINALE: www.agi.it

L’euro e’ ormai una realta’ da difendere ad ogni costo e chi predica il ritorno al marco e’ un ciarlatano politico. Lo scrive nel suo nuovo libro “Come cambia il mondo” l’ex governatore della Baviera, Edmund Stoiber, che nelle regionali del 2003 era riuscito a trascinare la Csu allo storico record del 60,7%. In un estratto del libro pubblicato dalla Bild, Stoiber ammette di essere stato in passato “molto critico sull’introduzione della moneta unica, in particolare nei Paesi mediterranei”, ma ormai quello con l’euro e’ diventato “un matrimonio indissolubile” e bisogna “affrontare i problemi esistenti”. Di fatto un freno alla sua Csu che nelle ultime settimane aveva assunto posizioni molto critiche sugli aiuti alla Grecia.
“Chi parla di un ritorno senza problemi al marco e’ un ciarlatano politico e getta sabbia negli occhi della gente”, scrive il presidente onorario della Csu, anche se all’interno dell’euro “abbiamo dei partner che sono un po’ diversi da noi.
E’ come quando andiamo in vacanza, sono un po’ piu’ disinvolti di noi, non troppo seri, non tutti ordine e lavoro”. L’ex governatore bavarese riferisce in proposito che un eminente banchiere ed economista sud-europeo, di cui non cita ne’ il nome, ne’ la nazionalita’, ha affermato ad un collega tedesco: “Credevate davvero che noi saremmo cambiati?”. Fatta questa premessa sulla diversita’ tra tedeschi e sud europei, Stoiber conclude che “i progressi di integrazione fatti in Europa vanno mantenuti. L’Ue e’ qualcosa di piu’ della moneta comune e non puo’ essere messa in nessun caso in pericolo. Al contrario, se l’Ue non ci fosse, bisognerebbe inventarla”.

Print Friendly, PDF & Email

4 Comments

  1. Invece chi ha imposto l’euro, l’ha semplicemente messo in quel tal posto alla gente e non è un ciarlatano politico, è un figlio di puttana tout-court!

    • Stoiber è un democristiano dell’era Andreottiana. Un lottatore che ama la baviera per la sua indipendenza. Sull’euro sbagliò strada perchè, dopo l’unificazione tedesca pensava che grazie all’Europa la Baviera potesse divenire uno Stato a se.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Questione siciliana, l'istituto non sosterrà nessuno alle elezioni

Articolo successivo

Di Pietro a Beppe Grillo: "Attento che di opposizione si muore"