Stato e Mafia, ecco quando è iniziata la trattativa

da FACEBOOK

Print Friendly, PDF & Email

2 Comments

  1. Questa è una vera bomba: la casta dei politici italiani ha sempre dimenticato di punire il comportamento mafioso, nel totale silenzio di uno stato mafioso!
    Quando faremo finta di contrastare le mafie in Italia, sarà sempre troppo tardi.
    Avete sentito parlare nelle consultazioni per il nuovo governo della eliminazione delle mafie?
    Semplicemente, non ne parlano, così il problema non esiste.
    Ma il problema grave e serio è che lo stato italiano rifiuti di perseguire il reato di comportamento mafioso:
    vergogna!
    http://www.ilcittadinox.com/blog/art-27-costituzione-la-responsabilita-penale-e-personale.html
    Gustavo Gesualdo
    alias Il Cittadino X

  2. Non crediamo alla barzelletta che la Mafia si sarebbe “imposta” grazie allo stato; è vero l’esatto contrario, e cioè che la Mafia era talmente forte da obbligare lo stato a scendere a patti con lei.

    In un secolo e mezzo di storia, se lo avessero voluto, i meridionali avrebbero avuto tutti gli strumenti, compreso l’appoggio proprio delle parti sane dello stato, per cancellare questa manifestazione della loro cultura.

Rispondi a Marco Annulla risposta

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Lombardia indipendente, un sogno che può diventare realtà

Articolo successivo

Allarme disoccupazione: per l'Ue, in Italia salirà al 12% nel 2014