Sposa dell’Isis ammessa a tornare in GB per chiedere la cittadinanza

Shamima Begum, la giovane britannica fuggita nel 2015 in Siria per unirsi all’Isis e finita in un campo profughi dopo la caduta dell’autoproclamato Califfato, potra’ tornare nel Regno Unito per fare appello contro la revoca della cittadinanza. Lo ha deciso un tribunale britannico. A febbraio, la giovane aveva perso in prima istanza contro la decisione del governo di toglierle la cittadinanza ma i giudici avevano anche riconosciuto che non poteva avere un “appello giusto ed efficace” restando in un campo profughi siriano. Da qui, la sentenza dei tre giudici della corte d’Appello secondo i quali alla Begum “dovrebbe essere permesso di venire nel Regno Unito per presentare appello sebbene soggetta ai controlli che il ministero dell’Interno riterra’ appropriati”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Trezzo d'Adda, sabato torna "il Gufo" Roberto Brivio con le sue canzoni popolari milanesi

Articolo successivo

Tappezzate le città del Veneto con le epigrafi “Dopo 1000 giorni l’autonomia è morta (quella della Lega e di Zaia)