Spagna: al via consultazioni per il nuovo governo catalano

La presidente del Parlamento della Catalogna, Laura Borra’s, ha iniziato ieri le consultazioni con le varie forze politiche della comunita’ autonoma per dare vita a un nuovo governo dopo le elezioni dello scorso 14 febbraio. Lo riportano i media spagnoli. Il primo dibattito parlamentare per l’investitura del nuovo presidente e’ previsto per venerdi’. Borra’s, esponente indipendentista di Junts Per Catalunya, dovra’ proporre un candidato, ma non e’ ancora chiaro – spiegano i media – se per quel giorno ci sara’ gia’ un accordo definitivo in Aula per dargli la fiducia: in caso negativo, si attivera’ un periodo di due mesi per arrivare a un accordo ed evitare un ritorno alle urne. Il principale scoglio attuale e’ la mancanza di una fumata bianca decisiva fra i tre principali partiti indipendentisti – Esquerra Republicana (ERC), Junts e CUP – che insieme avrebbero i numeri necessari per governare. Nel weekend, ERC e CUP, formazioni di sinistra, hanno smosso le acque annunciando un principio d’accordo per far si’ che il nuovo presidente sia Pere Aragone’s, esponente di ERC. Ma per avere appoggi sufficienti avranno bisogno anche del sostegno di Junts, partito di centrodestra, che per ora fa sapere di non avere ancora raggiunto alcun accordo con le altre due forze indipendentiste. Il preaccordo tra ERC e CUP prevede un margine di tempo di due anni per valutare se il negoziato politico con lo Stato portera’ frutti o sara’ il momento di lanciare “un nuovo attacco democratico per l’autodeterminazione”. Per la prima parte del 2023 (cioe’ circa alla meta’ della legislatura), e’ anche previsto che Aragone’s si sottoponga a un dibattito per la fiducia. Entrambe le formazioni prevedono di consultare i propri militanti prima di chiudere l’accordo definitivamente.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Sud, spesa pubblica dimezzata? Bernardelli: Draghi faccia bene i conti del residuo fiscale

Articolo successivo

Brandelli d'Italia, per non dimenticare 150 di disastrosa unità