Simpson: in Russia approvata la legge per censurare il cartone animato

di REDAZIONE

Una rete televisiva nazionale russa ha annunciato che censurerà la popolare serie di cartoni animati “I Simpsons” sulla base di una nuova legge, in vigore da oggi, che proibisce la trasmissione di scene che coinvolgono violenza, alcol e fumo prima della seconda serata. La rete 2×2, destinata a un pubblico giovanile, taglierà le scene in cui la famiglia Simpson guarda la parodia di un cartoon ultraviolento, “The Itchy & Scratchy Show”.

“In base alla nuova legge non possiamo mostrare ‘The Itchy & Scratchy Show’ da ‘I Simpsons'” prima delle 11 di sera, ha spiegato il direttore generale della rete Lev Makarov. “Ritoccheremo in modo ironico tutti programmi in cui compaiono scene che ricadono sotto la nuova legge. Per esempio oscureremo lo schermo e scriveremo un messaggio scherzoso”. Makarov ha aggiunto che la rete sposterà a dopo le 23 la programmazione di un altro cartone animato Usa, “South Park”, a causa del tormentone relativo a uno dei personaggi, che viene ucciso in modo spettacolare in ogni episodio. “Tutte le scene di ‘South Park’ in cui ‘hanno ucciso Kenny’ devono scomparire fino alle 11 di sera.

Quindi trasmetteremo ‘South Park’ dopo le 11 di sera” ha detto Makarov. La legge sulla “protezione dei minori da informazioni che possono danneggiare la loro salute e il loro sviluppo” afferma che scene che incoraggiano i bambini a provare droghe, tabacco o alcol o che giustificano la violenza non possono esser trasmettere in tv prima delle 23. Il testo è stato molto criticato dalle società internet a causa di un emendamento convertito in legge con la firma del presidente Vladimir Putin che consente allo stato di creare una ‘lista nera’ dei siti internet e di ordinarne la chiusura.

Print Friendly, PDF & Email

23 Comments

  1. La Russia ormai e’ l’unico stato che cerca di eliminare le porcherie occidentali che tanto male fanno ai giovani. Dopo la galera per quelle tre disgraziate di quel gruppo musicale dedite a bestemmie e degenerazioni, ora giustamente si proibiscono cartoni animati che hanno messaggi negativi come South park e i simpson. Fanno benissimo, bisogna estirpare gli esempi negativi che plasmano degenerando le le menti dei ragazzini. W la grande Russia!

  2. Accidenti, siamo alla censura dei cartoni animati.
    Neanche la fantasia ai bambini è più concessa, quella degli adulti è già stata zittita con un “non c’è alternativa”.

      • Per dei bambini figli di cretini senz’altro.
        Però a questo punto vuol dire ammettere che il problema non sono i cartoni animati ma i cretini che si riproducono.

    • Anche in Italia i cartoni animati sono censurati dagli anni 70, specialmente quelli giapponesi (es: Lupin, Capitan Harlock (considerato troppo anarchico o fascista a seconda di come si alzava il mattino il burocrate censore)) e tanti altri…, praticamente nulla di nuovo sotto il sole…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Un "finto befera" truffava i debitori di Equitalia

Articolo successivo

LA VIOLENZA SPICCIOLA CHE FA MALE