Sicilia: Crocetta governatore. M5S primo partito con quasi il 15%

di REDAZIONE

Elezioni siciliane: Secondo un riparto dei seggi, ancora provvisorio, la coalizione di Pd, Udc, Api e Psi che ha appoggiato Rosario Crocetta presidente, ottiene col sistema proporzionale 30 deputati allAssemblea regionale, dei quali 14 del Pd, 5 della lista Crocetta, 11 dellUdc. Lalleanza di centrodestra che ha sostenuto Nello Musumeci elegge 20 parlamentari, dei quali 12 del Pdl, 4 della lista Musumeci, 4 del Cantiere Popolare. Il Movimento 5 Stelle porta a Palazzo dei Normanni 15 eletti. Lalleanza sicilianista che ha appoggiato la candidatura di Gianfranco Micciche ha 15 deputati, dei quali 10 del Partito dei siciliani-Mpa di Raffaele Lombardo, e 5 di Grande Sud. In base alla legge elettorale siciliana, i restanti seggi sarebbero attribuiti: uno al presidente eletto, e cioè Crocetta, uno a Nello Musumeci, in quanto secondo per numero di voti nella corsa a governatore, e gli altri otto alla coalizione collegata al presidente eletto se non superasse da sola, come pare che sia, i 37 seggi. In tal caso, Crocetta disporrebbe in totale di 39 deputati su 90, e dunque non avrebbe una maggioranza in aula.
Scrutinio concluso in 5038 sezioni su 5308 in Sicilia. Il candidato di Pd e Udc Rosario Crocetta e al 30,55%. Nello Musumeci e al 25,6. Giancarlo Cancelleri al 18,17%. Gianfranco Micciche al 15,37% e Giovanna Marano al 6%. Primo partito dellArs il Movimento 5 stelle, al 14,83% e 269 mila voti.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Il ciclone Grillo travolge tutto e tutti. I partiti nazionali sono rimbambiti

Articolo successivo

Effetto Silvio: lo spread risale perché l'Italia è vista a rischio elezioni