Senzasconti, ospiti

SENZA SCONTI, puntata 266. Lunedì 14 in studio con Roberto Bernardelli dalle 22,30 alle 23,30 tre ospiti che possono essere interpellati dagli ascoltatori chiamando in diretta al numero 02 32 00 46 240

Enzo BARBARISI

Nato a Milano il 06 novembre 1965, sposato, Barbarisi è laureato in Giurisprudenza all’Università Statale di Milano e svolge l’attività di avvocato nella stessa Città. Già consigliere di zona e assessore del Comune di Cologno Monzese è membro Esecutivo Verdi Comune di Milano e Membro Direttivo Regione Lombardia Amici della Terra. È candidato a Cologno Monzese con la Lista Cologno Rinasce- Barbarisi Sindaco insieme a Europa Verde, Movimento 5 Stelle, Ambiente è Innovazione.

Franco BRUMANA

Franco Brumana ha da poco compiuto 71 anni, svolge la professione di avvocato ed è candidato sindaco a Legnano con la coalizione che raggruppa il Movimento dei Cittadini e Legnano Cambia, con il supporto di Legnano al Centro, Italia Viva, Legnano Futura, la Buona Destra e il Grande Nord.
“Sono – dichiara – il candidato designato da oltre 900 cittadini che si sono riconosciuti nel programma approvato da una precedente assemblea di 130 cittadini che ha costituito il Movimento dei Cittadini.”
Brumana è inoltre presidente dell’associazione “Amici dell’Olona”.

Lorenzo RADICE

Lorenzo Radice, legnanese, 39 anni, sposato e padre di tre figli, manager in una fondazione che opera nel sociale, è conosciuto in Città per il suo impegno nel mondo del volontariato e per la sua partecipazione attiva alla politica cittadina. È stato per alcuni anni consigliere comunale acquisendo una solida conoscenza della macchina amministrativa. Lorenzo Radice è il candidato Sindaco a Legnano per la coalizione composta da Insieme per Legnano, Legnano Popolare, Partito Democratico e riLegnano: “non governare la città ma governare CON la comunità”.

Antonio VELLUTO

Antonio Velluto nasce a Taranto il 27 novembre 1955 ed è residente a Cologno Monzese dal 1970. Sposato con Patrizia ha due figli e un nipote. Laureato in Giurisprudenza, svolge attualmente il lavoro di capo team dell’Ufficio legale dell’Agenzia delle Entrate a Monza. Impegnato da sempre nel volontariato, soprattutto in parrocchia, comincia la sua attività pubblica nel 1999 impegnandosi in un comitato cittadino, nato nel quartiere periferico di 600 famiglie dove ancora oggi abita. Già sindaco di Cologno Monzese nel 2009, oggi è ancora candidato nella stessa città con Cologno Libera in una coalizione di centro alla quale fanno parte anche Forza Italia, Grande Nord, Lista Pensionati per Cologno e il movimento politico Libertas.

Ospite 3 Lorenzo RADICE

Lorenzo Radice, legnanese, 39 anni, sposato e padre di tre figli, manager in una fondazione che opera nel sociale, è conosciuto in Città per il suo impegno nel mondo del volontariato e per la sua partecipazione attiva alla politica cittadina. È stato per alcuni anni consigliere comunale acquisendo una solida conoscenza della macchina amministrativa. Lorenzo Radice è il candidato Sindaco a Legnano per la coalizione composta da Insieme per Legnano, Legnano Popolare, Partito Democratico e riLegnano: “non governare la città ma governare CON la comunità”.

Ospite 4 Antonio VELLUTO

Antonio Velluto nasce a Taranto il 27 novembre 1955 ed è residente a Cologno Monzese dal 1970. Sposato con Patrizia ha due figli e un nipote. Laureato in Giurisprudenza, svolge attualmente il lavoro di capo team dell’Ufficio legale dell’Agenzia delle Entrate a Monza. Impegnato da sempre nel volontariato, soprattutto in parrocchia, comincia la sua attività pubblica nel 1999 impegnandosi in un comitato cittadino, nato nel quartiere periferico di 600 famiglie dove ancora oggi abita. Già sindaco di Cologno Monzese nel 2009, oggi è ancora candidato nella stessa città con Cologno Libera in una coalizione di centro alla quale fanno parte anche Forza Italia, Grande Nord, Lista Pensionati per Cologno e il movimento politico Libertas.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

VIDEO - Partito dei Veneti, uniti per l'autogoverno. Le ragioni del voto più libero

Articolo successivo

Grande Liguria, tre leggi per l'agricoltura ligure: 0 tasse regionali, legge sulla silvicoltura e fuori i "bruciabaracche"