Senzasconti, Fusco, Redolfi e Della Cuna con Bernardelli ad Antenna 3

SENZA SCONTI puntata 309. Martedì 16 febbraio 2021 dalle 22 alle 23 in diretta Roberto Bernardelli su Antenna 3 ha tre ospiti. Per intervenire, telefono: 02 32 00 46 240.

 

Stefano FUSCO
Stefano Fusco ha trentadue anni ed è di Bergamo. “Appassionato di storia, natura e animali”, dopo il Liceo Linguistico si iscrive all’università: frequenta il corso di Relazioni Pubbliche e Pubblicità e intanto lavora.
Ha avuto diverse esperienze come rappresentante di noti marchi di abbigliamento, per poi passare alla sua vera passione, l’automobile. Ha lavorato per anni nel più grande gruppo italiano di automobili.
Da Marzo 2020 gestisce il Gruppo Facebook Noi Denunceremo, da cui poi è nato l’omonimo Comitato che rappresenta 70.000 famiglie italiane colpite da Covid-19. È vicepresidente e co-fondatore del Gruppo e si occupa prevalentemente dei contatti con la stampa straniera e di supportare il lavoro di comunicazione.

Davide REDOLFI
Davide Redolfi, giovane “secessionista convinto”, frequenta la Facoltà di “Scienze dell’Educazione” presso l’Università di Bergamo.Dedica costantemente, e volontariamente, il suo tempo libero a chi è ai margini della società, collaborando con diverse associazioni no-profit. Il suo impegno politico nasce nel 2008: dopo anni all’interno della Lega Nord PER L’INDIPENDENZA DELLA PADANIA, ha scelto di mettere tutta la sua passione e il suo impegno all’interno della Confederazione Grande Nord, dove è responsabile per la provincia di Bergamo e Segretario Vicario per la Lombardia.

Giovanni ROBUSTELLI DELLA CUNA
Robustelli Della Cuna ha ventitré anni ed è laureato in Economia con tesi sullo “Studio di domanda e offerta di prestazioni sanitarie in Regione Lombardia”.Attualmente continua a studiare ma lavora sia in ambito amministrativo-sanitario che presso l’azienda agricola di famiglia. A ventuno anni ha partecipato alla sua prima campagna elettorale per le amministrative nella sua Città, Gorgonzola, in una lista civica, aggiudicandosi un posto in Consiglio Comunale. È socio fondatore della neonata associazione “Sette per te ventuno” che “intende vivere la tematica della disabilità con occhi diversi.”

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Rizzi: Il Nord imparerà la lezione della vittoria catalana?

Articolo successivo

Governo Conte-Draghi. Chiusura impianti sci costa 12 miliardi