Se il Veneto potesse contare sulle proprie tasse…

di Giancarlo Rodegher – Se il Veneto avesse l’autonomia metterebbe nel ridicolo molte altre regioni, specie se potesse contare sulla gran parte delle proprie entrate fiscali.
Si inizierebbe dall’abbassare le tasse, investire sulla scuola e le università, si creerebbero diversi centri di ricerca ed innovazione ( una specie si Silicon Valley), si potrebbe investire molto sul territorio salvaguardando tutto e di più, si potrebbero creare diverse infrastrutture che metterebbero sia i Veneti che ai turisti stranieri di potersi spostare agevolmente da e per aeroporti, porti, stazioni ferroviarie, pontili fluviali , autostrade e metropolitane di superficie, etc..etc.. il tutto disponibile su internet a tutto il mondo dimostrando che nel Veneto ci si può venire anche a piedi perché poi non ci sono più problemi di spostamenti, orari etc….etc…etc.…. insomma diventeremmo una regioni al Top in Italia ed all’estero. Al contrario roma vuole tenerci al guinzaglio da veri “paroni dei cani” dando loro da mangiare ( soldi) il meno possibile nonostante il frigo Veneto sia pieno di ogni risorsa possibile.

Mi scuso con i Veneti dando loro dei cani in senso metaforico, ma questa è l’idea per rendere comprensibile la filosofia che regna a Roma.
Non ho mai capito come mai molti meridionali che vengono a lavorare e far carriera nel Veneto dimostrano di saperci fare specie se l’ambiente è favorevole e disponibile.
Il Veneto potrebbe diventare il capofila di una rivoluzione che porterebbe l’Italia intera a diventare la numero uno nel mondo.

La pandemia ha dimostrato chiaramente che da Roma è molto difficile governare tutte le regioni allo stesso modo. Negano persino l’evidenza. I sindacati stessi con i loro contratti nazionali dimostrano di non tener conto del costo della vita che è diverso da regione a regione e poi vogliono sguazzare dentro a contratti locali o settoriali oppure impresa per impresa con contratti interni creando solo un guazzabuglio contrattuale che esiste solo in Italia.
Adesso viva gli Stati Generali ( lo scrivo in maiuscolo) che dimostrano solo una cosa.
Il governo non ha idea di come spendere i soldi o di come aiutare le aziende e le famiglie.
Di strategie non voglio accennare perché chi non ha mai fatto il dirigente, l’imprenditore o un Amministratore Delegato non può, ripeto, non può nemmeno immaginare da dove partire per dove andare ed arrivare…..povera italia, poveri noi Veneti che dobbiamo ancora una volta subire ingiurie politiche da sempre ma non per sempre. Ma non per sempre.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Mira, chiuso un supermercato. Mancavano 20 cm alla distanza di sicurezza

Articolo successivo

Spazzacorrotti? Secondo Openpolis si può aggirare. Ecco come