Scuola, il modello Veneto scricchiola

“I segnali che abbiamo sono quelli di una ripresa della malattia. Siamo con i numeri a fine ottobre. Siamo lontanissimi dai numeri che ci chiederebbero la chiusura delle scuola ma non possiamo pensare di attendere quei numeri per chiudere”. A dirlo e’ il direttore generale della Sanita’ del Veneto Luciano Flor parlando nel corso del consueto punto stampa alla sede della Protezione civile di Marghera (Venezia). “Fatto 100 il picco dello scorso 31 dicembre oggi sulla rianimazione siamo al 25%, (99 casi contro 400) – ha proseguito – non siamo in calo ma in crescita, di poco ma in crescita, anche nei reparti non intensivi cosi’ come nell’Rt, nei positivi e in tutti i parametri”.

Qualcosa nel modello Veneto inizia a non reggere più nel secondo anno di Covid. Colpa delle varianti o del fatto che la popolazione abbia abbassato la guardia?

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Tutta Como e provincia arancione scuro. A ruota Comuni pavesi e Cremona con i centri attorno

Articolo successivo

Senzasconti, Censi, Poloni, Montanari