Sanità, corruzione in Lombardia: arrestato l’ex direttore della Padania Boriani

di REDAZIONE

La Direzione Investigativa Antimafia di Milano, nell’ambito di una indagine su episodi di corruzione connessi ad appalti e forniture di aziende ospedaliere della Lombardia, sta eseguendo numerose perquisizioni, anche all’estero, e arresti presso abitazioni, imprese e strutture sanitarie lombarde in altre regioni. Lo fa sapere la Dia.

Tra i sette arrestati dalla Dia di Milano per presunte tangenti nella sanità c’è Leonardo Boriani, giornalista, ex direttore della Padania ed attuale direttore del quotidiano piemontese NordOvest. Boriani, era arrivato al quotidiano della Lega come vicedirettore di Paragone, successivamente era diventato direttore e lo era restato per cinque anni, lasciando nel dicembre del 2011. Ad aprile del 2012 aveva lanciato il quotidiano online Il Vostro, poi chiuso a settembre, e da poche settimane era stato chiamato alla guida del giornale piemontese. In carcere tre imprenditori e l’ex consigliere regionale lombardo Massimo Guarischi. Tra le aziende ospedaliere coinvolte il San Paolo di Milano, l’Istituto nazionale tumori e l’Asl di Cremona.

L’indagine avrebbe fatto luce su gravi e diffusi episodi di corruzione nel mondo della sanità lombarda e vede coinvolte una ventina di persone in tutto, tra imprenditori e pubblici funzionari. Sono più di 50 le perquisizioni in corso dirette ad acquisire riscontri documentali. Il capocentro della Dia di Milano, Alfonso Di Vito, intervistato da SkyTg24, ha parlato di “accertati episodi di corruzione, con pagamenti di tangenti in occasione di appalti e forniture ad aziende ospedaliere lombarde”. Tra le strutture coinvolte, ha riferito Di Vito, il San Paolo di Milano, l’Istituto nazionale tumori di Milano, l’azienda ospedaliera di Valtellina e Valchiavenna (Sondrio) e l’azienda ospedaliera di Cremona.
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Il governo è in altomare. E se si scoprisse che è meglio fare senza?

Articolo successivo

Ecco il pontefice dell'eterno carnevale italiano