Sanità, appalti truccati in Regione: arrestato il leghista Rizzi, braccio destro Maroni

fabio rizziVasta operazione martedì mattina dei carabinieri del Comando Provinciale di Milano impegnati a dare esecuzione a una misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Monza, su richiesta della Procura, nei confronti di 21 persone a vario titolo ritenute responsabili dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, turbata libertà degli incanti e riciclaggio. Tra gli arrestati, come riporta il Corriere online, Fabio Rizzi, braccio destro di Roberto Maroni e autore della riforma lombarda della Sanità. Il governatore ha convocato l’unità di crisi.

L’indagine «Smile» ha consentito di ricostruire come un gruppo imprenditoriale abbia turbato in proprio favore l’aggiudicazione di una serie di appalti pubblici – banditi da diverse Aziende Ospedaliere per la gestione, in outsourcing, di servizi odontoiatrici – corrompendo i funzionari preposti alla gestione delle gare.

I militari stanno eseguendo una misura cautelare emessa dal Tribunale di Monza, su richiesta della locale Procura, nei confronti di 21 persone a vario titolo ritenute responsabili dei reati di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione, turbata libertà degli incanti e riciclaggio.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Reversibilità 2/ La lettera della Cgil: Renzi saccheggia le vedove

Articolo successivo

Tangenti sanità: Rizzi (Lega) ancora in carcere, sua moglie agli arresti domiciliari