Salvini tifa per la Brexit. Callegari: e allora perché non ci lascia liberi di essere padroni a casa nostra?

brexit8

di Corrado Callegari – Poco tempo fa avevamo commentato su questo quotidiano gli effetti economici, il rimbalzo commerciale della Brexit sul nostro territorio. E le cifre erano pazzesche. Ci sono in gioco 4 miliardi per il Nord Est. E’ il prezzo folle del sovranismo, dei proclami. Della campagna elettorale. Ora ci aspettiamo che Salvini dica degli inglesi che quelli sì, sono padroni a casa loro.

Beh, a noi basterebbe fare la stessa cosa e smetteremmo di chiedere referendum che nascono male e finiscono peggio, la pianteremo lì  di rivendicare il residuo fiscale, di interrogarci sul perché non possiamo assumere medici ma dobbiamo richiamare in corsia quelli in pensione… E che dire del Mose, che ovviamente non è più figlio di nessuno, neppure del governatore Zaia. Insomma, dateci la nostra quota di autonomia, visto che non fate fatica a rivendicare il potere del popolo, a ripetere che quello che decide il cittadino nell’urna va sempre bene e gli elettori hanno sempre ragione.

Allora, abbiamo ragione noi. Ma purtroppo restare lì, dove siete, facendo politica col culo degli altri. Ecco, l’ho detto.

Corrado Callegari -Partito dei Veneti/Grande Nord

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

No al circo. Manzato, Grande Nord: presidio a Villasanta sabato contro chi, come la Regione Lombardia, non difende gli animali

Articolo successivo

Se i giudici vietano anche di giocare a pallone in oratorio