Salvini: no a Renzi. Tosi: potremmo votarlo. Mettetevi d’accordo!

di ANONIMO PADANO

Matteo Salvini ieri aveva annunciato il no della Lega al governo di Matteo Renzi. “Mai abbiamo pensato di dare un voto della Lega a un governo che nasce dal palazzo e non da elezioni, men che meno a un governo di sinistra”, ha spiegato il segretario del Carroccio dopo le consultazioni con il premier incaricato.    “Se ci avessero stupito con effetti speciali su euro, immigrazione e competenze delle Regioni saremmo usciti con il sorriso sulle labbra…”, ha sottolineato. Ma cosi’ non e’ stato. Dunque, “mai ci abbiamo pensato prima, men che meno ci pensiamo adesso anche se a differenza dell’M5S abbiamo voluto portare le nostre proposte”, ha chiarito.

Oggi, però, qualcuno in Lega sembra pensarla diversamente. Se il discorso d’insediamento del governo di Matteo Renzi sarà «convincente» la Lega Nord, ha affermato Flavio Tosi, «potrebbe votare a favore». Il sindaco di Verona lo ha affermato oggi nel corso della trasmissione ‘Un giorno da pecorà su Radio2. «Renzi? È il Tosi del Pd» è stata la battuta con la quale il sindaco leghista ha risposto ai conduttori del programma che ricordavano come Tosi sia stato soprannominato «il Renzi della Lega». «Noi non entreremo a far parte di questo esecutivo – ha sottolineato Tosi – ma se Renzi fa proposte condivisibili nel resto del paese, perchè no? Dipende da quel che sarà il discorso di insediamento. Aspettiamo il discorso di Renzi: se i contenuti sono condivisibili, si può votare a favore, se non lo sono si vota contro».

Cari dirigenti leghisti, cercati di mettervi d’accordo prima o poi… Oppure confermate l’impressione che dentro il Carroccio ci sono due partiti diversi!!!

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Dopo il referendum l'Italia vuol bloccare i prodotti delle banche svizzere

Articolo successivo

Plebiscito digitale, gli organizzatori cercano delegati