/

Salvini, la bandiera che devi alzare è quella dell’Autonomia. Ci manca la Libertà!

salvinidi ROBERTO BERNARDELLI – Il processo dopo le elezioni è fin troppo facile quando il bilancio è amaro. Si spara sulla croce rossa oppure… si guarda oltre. Salvini, ieri ha detto questo: ” “Dove la Lega c’è e lavora bene per il M5S non c’è spazio. Dove la Lega è forte e il centrodestra non litiga, l’alternativa al Pd e a Renzi siamo noi. Laddove il centrodestra va in ordine sparso, come a Roma, vincono i 5 Stelle”. Oggi sono venuti allo scoperto anche le malcelate frizioni tra Lega e alleati a Milano, l’unica città dove il centrodestra se l’è giocata”.

Lo dico col cuore, avrei preferito sentire anche altre parole. Autonomia. Libertà. Non destra o sinistra. Meno Roma, più Milano. Più questione settentrionale, meno questioni di altri. I risultati dicono che la Lega non governa più in Lombardia un capoluogo di provincia, o sbaglio? Spero di sbagliarmi. A Milano, in Lombardia in generale, i 5Stelle non fanno ancora presa. Sono un fenomeno che qui ancora non sfonda. Quindi, c’era ancora spazio e margine per battere sui temi della giustizia sociale, dell’equità tra generazioni. Ma le nostre! Innanzitutto. E per farlo dobbiamo chiedere che la forza che ha maggior traino per tradizione e origine su questi temi dimenticati, il Carroccio, torni a fare la Lega, con una quota accanto a sè, di indipendentisti. Lo ha fatto Zaia in Veneto. Perché non farlo anche in Lombardia? Sul come si può discutere. Ma i tempi di un percorso di unione delle forze quando c’è da aprire il fuoco, è indispensabile.

Certo, i puristi diranno mai e poi mai con la Lega che ha tradito gli ideali. Beh, gli ideali tornano se Salvini alza la bandiera dell’autonomia, che è quella poi della libertà. Il mezzo sono le leggi elettorali, che impongono coalizioni a volte forzate, matrimoni misti difficili da gestire.

L’autonomismo, il federalismo, spariti in questa campagna elettorale, rottamati come Renzi ha fatto fuori i valori sociali del Paese, sono lì che chiedono solo di avere un interprete.

Salvini, batti un colpo se vuoi ridare coraggio alla Lombardia.

Presidente Indipendenza Lombarda

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

L'Italia non crede più a Renzi. Capitola il Pd. Roma e Torino ai 5 Stelle. Milano occasione persa

Articolo successivo

Torino, Grillo ha vinto con un programma che somiglia alla prima Lega. E la Lega a Torino, dov'era?