Salvini contestato a Napoli: sei tu la vera carogna. Salta il comizio

di REDAZIONE

Alcune decine di persone, alcune delle quali con bandiere del Regno delle due Sicilie, hanno contestato il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, al suo arrivo in Piazza Carlo III a Napoli, dove era atteso per un appuntamento elettorale dopo quello di Salerno stamane, costringendolo ad andare via dopo pochi minuti. “Buffone, vergogna”, hanno urlato alcuni napoletani, tenuti a distanza dalle forze dell’ordine, mentre un’altra persona ha provato ad avvicinarsi per spintonarlo, ma e’ stato fermato prima. Riferendosi ai fatti accaduti sabato a Roma in occasione della finale di Coppa Italia, alcuni manifestanti hanno inveito contro Salvini dicendogli “sei tu la vera carogna, lavati con il fuoco”. Le proteste sono proseguite anche quando il leader del Carroccio, capolista alle prossime Europee, e’ rientrato in auto, tanto che gli altri candidati e alcuni simpatizzanti hanno pensato di interrompere la manifestazione e smontare il gazebo allestito in piazza.

 Anche a Salerno il segretario della Lega Nord era stato fatto segno di invettive da parte di un gruppo sparuto di “Meridionalisti democratici”, con slogan quali “Chiedi scusa al Sud” e “Quando vieni, fatti un vaccino”. Il gazebo allestito a Napoli in piazza Carlo III e’ stato definitivamente smontato e i candidati per la circoscrizione Sud della Lega sono andati tutti via. Salvini aveva annunciato ieri con un tweet la sua presenza napoletana.

Secondo quanto si e’ appreso, Salvini avrebbe comunicato in questura che l’appuntamento elettorale per le Europee cui avrebbe presenziato a Napoli era nella centralissima piazza dei Martiri. La tappa a piazza Carlo III sarebbe dunque per le forze dell’ordine un evento casuale legato al fatto che l’auto a bordo della quale il segretario della Lega viaggiava, arrivando da Salerno, e’ entrata in citta’ dall’uscita della tangenziale della Doganella. In ogni caso, al gazebo di piazza Carlo III lo attendevano un centinaio di persone, molte del Movimento Neoborbonico, per contestarlo. Su Facebook subito un post di Salvini, che dovrebbe ora rispettare altri appuntamenti in provincia: “Peccato, a Napoli e solo a Napoli un gruppo non abbia permesso ai cittadini di incontrare la Lega. Per qualcuno e’ piu’ importante il tifo da stadio che non il lavoro. Ci tornero’ a Napoli per rispetto dei cittadini per bene”.

A causa dell’assembramento di operai e cittadini che inneggiavano slogan contro la Lega nord, è saltata la conferenza stampa del segretario federale, Matteo Salvini, davanti alle portinerie dell’Ilva. L’europarlamentare, che già a Napoli oggi ha annullato un comizio, ha poi incontrato i giornalisti nell’area della rotonda del Lungomare di Taranto. «Io – ha detto Salvini – ragiono con tutti quelli che vogliono ragionare, ma quelli che fan casino non mi interessano. Siccome siamo qua a proporre, e sono andato a Catania a incontrare i lavoratori del porto, a Lamezia Terme a incontrare gli imprenditori, è un peccato perdere tempo in polemiche con l’azienda o i manifestanti fuori».

GUARDA IL VIDEO

 

 

 

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Gentile Redazione,

leggo con rammarico il Vostro articolo riportato qui sopra. In qualità di responsabile provinciale dei Meridionalisti Democratyici di Salerno VI invito a rettificare le dichiarazioni che sono state realmente rese dal mio partito in occasione della presenza dell’On.le Salvini qui a Salerno, nonchè a rettificare il modo con cui abbiamo manifestato il nostro disappunto circa alcune dichiarazioni del leader del Carroccio. La domanda da noi rivolta è stata: “E’ disposto a chiedere scusa per le offese che in più di un’occasione ci ha rivolto in passato? Perché è venuto qui? Si è accorto ora che esiste il Meridione?”. Mentre qualche passante gli ha urlato contro: “Prima di venire qui fatti il vaccino”

Mai nessuno di noi ha urlato offese al sig. Salvini nè ha dimostrato un comportamento ostile e irriguardoso perchè non è nel nostro stile.

Vi invito, pertanto, a rettificare ad horas l’articolo da Voi riportato sulla Vostra pagina web al fine di evitare azioni giudiziarie tendenti a tutelare le buone ragioni dello scrivente e del partito che rappresenta.

Attendo un Vostro immediato riscontro alla presente.

Distinti saluti

Avv. Guglielmo Grieco

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Italia 1898, prove generali di fascismo a Milano

Default thumbnail
Articolo successivo

Beggiato dona alla Biblioteca Bertoliana raccolta di manifesti dalla Liga