Sala cerca un sindaco donna, però intanto vuole restare lui a Palazzo Marino

“Credo che sia una cosa sbagliata, ne sono responsabile in qualche modo essendo maschio”. Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, si dice dispiaciuto dell’esigua presenza di candidate donne alle amministrative di Milano. Per adesso l’unico nome certo è quello di Bianca Tedone, di Potere al Popolo. Bisognerà vedere chi sceglierà il Movimento cinque stelle, ma in qualsiasi caso la percentuale sarà piuttosto bassa; dieci candidati: 2 donne (forse), 8 uomini. Sala, che interviene a margine dell’evento organizzato dall’università Statale sulla ‘Ripartenza femminile’, spera che una situazione così non si verifichi più: “Io mi auguro di essere rieletto, però mi auguro anche che il prossimo sindaco di Milano, tra cinque anni, sia una donna”. L’obiettivo è dare spazio, anche nel mondo della politica, “alla cultura della diversità, alla valorizzazione delle competenze”, aggiunge Sala in chiusura, parlando dal palco della ‘Sala di rappresentanza’ della Statale.

Una domanda, caro sindaco: le donne ci sono, basta cercarle. Le avete cercate davvero? Poteva fare il prosindaco e aver al fianco, come lei propone, un primo cittadino donna. Basta volere.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Spagna democratica... respinta richiesta rinvio del risarcimento da 5,4 milioni a indipendentisti

Articolo successivo

Rizzi: Capitani poco coraggiosi "avvelenano" i pozzi della società con una nuova comunicazione