Sala a Fontana: scusa ma non ho capito il numero dei contagi

Guariti, dimessi…. già su questo si è discusso parecchio. Poi non è chiaro se la conta effettiva sia credibile rispetto alle stime dei contagi effettivi. Insomma, il sindaco Sala è tornato sui numeri perché, a suo dire, sul numero dei contagi a Milano “c’è grande incertezza. A volte mi imbarazzo a doverne parlare ma vedo che dall’inizio della pandemia il dato progressivo dei contagi a Milano è pari a 7.116. Gli scienziati dicono invece che i numeri sono altri. Oggi il professor La Vecchia della Statale dice che a Milano i contagiati vanno tra 150mila e i 300mila, sto chiedendo al presidente Fontana di avere maggiore chiarezza sul numero dei contagi per trasmettere a voi la verità, più che rassicurare, e ragionare insieme” su questo aspetto. Nel consueto videomessaggio postato su Facebook per fare il punto sul coronavirus con i suoi concittadini, Sala non ha fatto sconti alla Regione.

Il sindaco ha poi parlato della situazione clinica nella città. “Ci sono buone notizie – ha sottolineato – oggettivamente gli ospedali oggi sono meno in tensione rispetto a qualche settimana fa, ed è aumentata anche la nostra capacità in termini di terapia intensiva negli ospedali. Un’altra buona notizia è che i nostri santi medici di base, nelle enormi difficoltà in cui lavorano, hanno messo a punto una modalità per aiutare tutti noi, stando a casa”. Anche le morti, ha aggiunto Sala, “stanno diminuendo”.

Ma resta aperto lo squarcio sulle RSA. Lì, saranno le indagini a dire chi doveva vigilare e non lo ha invece fatto.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Covid 19 e animali da compagnia: sono loro che vanno tutelati da chi è contagiato

Articolo successivo

25 Aprile, festa incompiuta