ORESTE ROSSI (LEGA), QUELLO CHE PLAUDE ALLA TAV

di TONTOLO

L’eurodeputato piemontese della Lega Nord, Oreste Rossi, si è detto ”soddisfatto” del nuovo trattato internazionale, siglato due giorni fa, sulla realizzazione della Torino-Lione che ”ha colto appieno le esigenze del nostro Paese, tenendo conto della crisi economica che stiamo attraversando”. ”Si è infatti ridotto il costo dell’opera da 10,5 a 8, 2 miliardi di euro – spiega Rossi – e di questa cifra il 40%, anziché il 30%, lo paga l’Ue. Del rimanente, l’Italia paga non più il 63%, come previsto inizialmente, ma il 58%, pari a 2, 8 miliardi”. ”Questo accordo comporterà un notevole risparmio per le casse statali italiane -conclude l’eurodeputato leghista- e darà il via alla realizzazione di una linea ferroviaria per cui non si può aspettare ancora, altrimenti si rischierebbe di non essere più competitivi e a quel punto bisognerebbe rivedere l’intera opera delle grandi reti ferroviarie europee”.

Me pare che questo sia un ottimo candidato alla nostra rubrica. L’ottimo Oneto, e molti altri, ci hanno appunto spiegato che quella linea non serve praticamente a nulla. Ma questo Rossi dove vive? e poi non dovrebbe essere un federalista che ascolta e difende le istanze del territorio? Xé proprio vero che mi questi della Lega a volte proprio non li capisco…

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

LE CITTA' PIU' RICCHE? NE' IN EUROPA, NE' IN AMERICA

Articolo successivo

FORLI': CALABRESE LASCIA LA LEGA CON UN "VAFFANCULO"