EMILIA, LA BADANTE DITTATRICE DISINTEGRA LA LEGA

Spett.le Redazione L’Indipendenza, 

anche oggi abbiamo letto sulla stampa nazionale di questa progressiva e sistematica  lotta interna nella lega Nord. La Rosi Mauro, commissaria della regione Emilia ha vietato a Maroni ogni comizio pubblico a Bologna, Modena e Parma, questo è inamissibile, sembra di essere ancora al tempo del fascismo, che vietava tutto quanto era contro di loro, ma mi sembra che siamo nella stessa situazione, chi comanda è “il cerchio malefico” i quali stanno distruggendo velocemente il movimento della Lega Nord, a Milano domenica abbiamo visto molti leghisti, che hanno sostenuto Maroni e hanno parlato con loro, ma il cerchio malefico crede che si voglia fare due movimenti e hanno paura di fare il congresso federale perchè verranno automaticamente espulsi, perchè questi del cerchio malefico, e lo dice la parola, sono solo degli arrampicatori sociali, che vogliono restare sulle poltrone che non meritano. Già ci sono varie situazioni nella Lega di persone per bene che hanno creato dei loro gruppi, nel Veneto, in Lombardia a Mantova Unione Padana, il sig. Pagliarini anche lui ha creato un nuovo movimento, L’Indipendenza è una iniziativa importante perchè dice e scrive cose giustissime sul cerchio melefico,  dobbiamo unire questi movimenti per contrastare il cerchio malefico e riformare l’antica Lega Nord come era nata e come deve essere, per l’indipendenza di tutte le regioni del Nord, se vogliamo essere veramente forti dobbiamo credere, tutti i Padani, nella Padania libera.

Vi ringrazio per l’attenzione data alla mia protesta contro il malefico cerchio (Reguzzoni, Rosi Mauro, Calderoli, Bossi, Trota, moglie del capo, Castelli e tutti quelli che la pensano con il CERCHIO MALEFICO).

Cordiali saluti e continuate sempre così purtroppo vi ho solo conosciuto da poco ma per me siete importanti e potete svegliare tutti i LEGHISTI e il POPOLO PADANO DI OGNI IDEA POLITICA.

 

Rinaldo C.

Dall’Emilia

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

IL BACIO FRA BOSSI E BERLUSCONI. UN SEGNALE CHIARO!

Articolo successivo

DOZZO, INTERVISTA DA VERO DEMOCRISTIANO