Ristoratori, ultimatum scaduto: #Ioapro, in 20mila lunedì a Roma contro il Palazzo

A pochi giorni dalla manifestazione con disordini davanti alla Camera, il movimento “Io Apro” ha lanciato un nuovo sit-in in piazza Montecitorio a Roma. “L’ultimatum e’ scaduto” hanno scritto nei giorni scorsi sulla loro pagina Facebook. “Vi abbiamo dato 48 ore per legittimare le riaperture di tutte le attivita’ economiche. Nessuno ci ha risposto. Porteremo 20.000 persone davanti al Parlamento”. Secondo quanto si e’ appreso, la Questura di Roma ha negato la manifestazione in quanto la piazza quel giorno sarebbe gia’ occupata da un altro sit-in.

la Questura di Roma ha vietato la manifestazione in quanto la piazza quel giorno sarebbe gia’ occupata da un altro sit-in. La manifestazione potrebbe essere concordata in un’altra piazza del centro di Roma con una capienza maggiore. “Siamo in contatto con la Questura per trovare un accordo per una nuova piazza – ha spiegato nel pomeriggio Umberto Carriera, leader del gruppo <IoApro> -. Poche ore fa ci hanno negato piazza Montecitorio. Aspettiamo a breve una loro comunicazione, probabilmente la manifestazione sara’ in piazza del Popolo che puo’ contenere un numero alto di persone. In base ai pullman ci aspettiamo circa ventimila partecipanti>. Le intenzioni sarebbero comunque di arrivare davanti alla Camera.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Covid, le Rsa lombarde perdono 1 milione al giorno. La Regione che aiuto dà?

Articolo successivo

Il Tar: Regione Veneto ora fornisca i dati completi su Pfas in alimenti. Mamme vincono battaglia