Riforma prescrizione, liberi tutti. Bernardelli: Poi per le idee si fanno anni di processi

“Uno dei punti qualificanti della riforma Cartabia è l’improcedibilità dell’azione penale che prevede l’annullamento della sentenza di condanna eventualmente pronunciata nei gradi precedenti trascorsi due anni e un anno rispettivamente in appello e Cassazione. E’ una disposizione che avrà come effetto quello di travolgere un enorme numero di sentenze di condanna con tutto ciò che questo comporta”. Lo ha detto il procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, in audizione davanti alla commissione Giustizia della Camera.

 

Bene. Ma nessuno in Italia nelle procure o in Parlamento si pronuncia rispetto a processi che processano le idee e che trasformano il libero pensiero in eversione contro lo Stao?

Davanti a segreti che da decenni ostacolano la verità, dalle stragi di mafia di Falcone e Borsellino, da Ustica a Bologna…davanti a quale giustizia di Stato ci dobbiamo misurare?

Davanti alle immagini devastanti di Santa Maria Capua a Vetere, dove sono i difensori della verità?

 

Onorevole Roberto Bernardelli presidente Grande Nord

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Vaccino obbligatorio per i prof, arriva la proposta di legge

Articolo successivo

Autostrade non riducono pedaggio nonostante lavori. Autorità multa. Tanto noi abbiamo già pagato