“Riaprite la ristorazione serale”

La scelta del governo di mantenere in fascia arancione alcune regioni italiane “ha inciso in modo drammatico” in termini di perdite economiche per le piccole imprese. A tracciare questa triste analisi in un’intervista ad “Agenzia Nova” e’ stato il presidente della Fapi, Federazione autonoma piccole imprese, Gino Sciotto, che ha poi voluto ricordare come ci siano artigiani, commercianti, e piccoli imprenditori che hanno visto una riduzione del 50 per cento del fatturato con la collocazione in cassa integrazione di tanti collaboratori. La ristorazione – ha sottolineato il presidente Sciotto – e’ il comparto che ha sofferto di piu'” ed i ristori “non sono bastati: tante partite iva sono ancora in attesa di riceverli” ed anche per questo “non si puo’ trattenere le Regioni in arancione”. In attesa di capire “l’evoluzione della crisi di governo” Sciotto ha voluto ricordare che “le imprese hanno sofferto l’impostazione data dal governo Conte e dai tanti esperti incaricati”. Dunque “auspichiamo un cambio di rotta perche’ e’ opportuno un ritorno graduale alla normalita’ anche per un rafforzamento del piano vaccinale, che deve essere portato avanti in modo spinto”. Punto di partenza per far ripartire il settore, ha poi incalzato Sciotto, e’ “l’apertura serale dei ristoranti, sempre nel rispetto delle regole anti-Covid. “E’ necessario consentire agli esercizi commerciali di tornare a lavorare anche nel weekend, ma soprattutto di rilanciare il turismo”, ha concluso.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Morta la volontaria coraggio Elisabetta Barbieri. Tragico incidente durante la staffetta dal Sud al generoso Nord

Articolo successivo

Senzasconti, Reho, Rizzi e Tognoni ad Antenna 3