Regione Lombardia: ecco i nomi della Giunta Maroni, ultimi ritocchi

di REDAZIONE

Sette donne e sette uomini. Cosi’ Roberto Maroni descrive la squadra che lo affianchera’ a Palazzo Lombardia. Il neo governatore, proclamato stamane, ha annunciato, come promesso in campagna elettorale, che la giunta regionale s’insediera’ domani e che sara’ per meta’ al femminile, senza pero’ anticipare alcun nome. Nel weekend, i due partiti di maggioranza hanno ultimato i ritocchi alle quattordici caselle, divise equamente tra Pdl e Lega (piu’ lista ‘Maroni presidente’). Rispetto ai nomi che circolavano la settimana scorsa, dalla squadra e’ uscita la conduttrice della ‘Domenica sportiva’, Paola Ferrari, ed e’ entrata la mantovana Paola Bulbarelli, anche lei giornalista.

Il coordinatore lombardo del Pdl, Mario Mantovani, ricoprira’ la carica di vice presidente e assessore alla Sanita’. Sessantadue anni, di Arconate (Comune del Milanese di cui e’ sindaco), Mantovani e’ un ex parlamentare europeo e senatore del Pdl. Conferma, anche se solo ufficiosamente, gli altri nomi emersi nei giorni scorsi. Maurizio del Tenno, 39 anni, ex parlamentare originario di Sondrio (Infrastrutture); Alberto Cavalli, 63enne bresciano ex sottosegretario regionale (Commercio e Turismo); Mario Melazzini, 54 anni di Pavia, assessore uscente alla Sanita’ e ritenuto vicino a Roberto Formigoni (Attivita’ produttive e Ricerca); e Valentina Aprea, 56enne, originaria di Bari, ex parlamentare di Forza Italia, prima, del Pdl, poi, e componente dell’ultima giunta politica di Formigoni (Lavoro e formazione). Le altre due donne non in quota Lega sono l’ex vice di Formigoni, Viviana Beccalossi (Urbanistica e territorio), 41 anni, della provincia di Brescia, indicata da Fratelli d’Italia, e la Bulbarelli (Casa), 56 anni, originaria di Mantova dove e’ stata presidente dell’Aler, giornalista e autrice dell’Ultima parola.

Il Carroccio schiera due uomini di ‘peso’ al Bilancio e all’Agricoltura. Il primo incarico sara’ affidato a Massimo Garavaglia, 44enne bocconiano di Marcallo con Casone (Milano), responsabile del dipartimento fisco e finanze del movimento, senatore rieletto alle ultime politiche. Il secondo andra’ a Gianni Fava, coetaneo di Garavaglia, di Viadana (Mantova), responsabile dello Sviluppo economico del partito; anche lui rieletto a Roma (alla Camera). Altri nomi sicuri l’ex campione olimpionico di canoa Antonio Rossi (Sport), lecchese, 44 anni, per la lista civica Maroni; il dg dell’Asl di Monza, Maria Cristina Cantu’ (Welfare), varesina 48 anni; e il sindaco di Dalmine, provincia di Bergamo, Claudia Terzi, 38 anni (Ambiente e protezione civile). Per le restanti deleghe circolano i nomi della presidente del Consiglio comunale di Brescia, Simona Bordonali, del presidente della Provincia di Varese, Dario Galli, dell’assessore provinciale di Varese, Francesca Brianza, e della parlamentare di Erba (Como), Erica Rivolta.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Tassa del 15% sui patrimoni: dopo Cipro tocca all'Italia

Articolo successivo

Cipro, si ripensano le aliquote sul prelievo forzoso