Veneto indipendente: in Consiglio regionale arriva il referendum

di ANTONIO GUADAGNINI*

Veneto Stato lo aveva rivelato sabato in anteprima alla stampa: in Consiglio Regionale si stanno muovendo in queste giorni diversi consiglieri regionali per ottenere urgentemente un Consiglio Regionale nel quale discutere del Referendum per l’autodeterminazione del Popolo veneto. Dopodomani mercoledì 17 ottobre, alle ore 14.30 si terrà il prossimo Consiglio Regionale.

A dar man forte in questa battaglia si troveranno riuniti gli indipendentisti veneti. Trasversalmente, ognuno con la bandiera del proprio partito, o meglio ancora con la bandiera di San Marco, simbolo di tutti i veneti, tutti coloro i quali credono del diritto dei Veneti a tornare ad avere un futuro e sono convinti che per farlo sia necessario arrivare ad un Veneto indipendente.

La manifestazione è patrocinata da Veneto Stato ma è aperta a tutti: l’indipendenza del Veneto è patrimonio di tutti i Veneti e non di un singolo movimento politico, e se presto ci arriveremo, sarà per l’impegno di tanti che trasversalmente avranno dato ciascuno il proprio personale contributo.

Mai come adesso l’indipendenza del Veneto è stata così vicina. Quella di mercoledì sarà un’altra tappa importante, di un percorso non facile, ma i tempi stanno maturando più rapidamente di quanto osassimo sperare.  Vedremo se i consiglieri regionali hanno la lungimiranza ed il coraggio di fare quello per cui sono stati eletti, ovvero rappresentare i veneti e garantire loro serenità e benessere, dando a loro la possibilità di scegliere di avere un futuro diverso.

Mercoledì 17 ore 14:30 saremo là tutti insieme davanti all’ingresso del Consiglio Regionale in Palazzo Ferro Fini.

Ti aspettiamo! Maggiori info nelle prossime ore su: www.venetostato.org

*Segretario di Veneto Stato

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Mercoledì pomeriggio, 17 ottobre, ci sarà il Consiglio Regionale Veneto nel quale emergerà la volontà di alcuni consiglieri regionali di chiedere che la Regione si schieri a favore del referendum per l’autodeterminazione del Popolo veneto. Questo accadrà perchè spinti dal consenso crescente che stanno ottenendo sul territorio le più diverse iniziative da numerosi partiti, associazioni e comitati (ultima in ordine di tempo il Convegno di Gallio, sull’altipiano di Asiago) .

Si tratta di una tappa importante di un percorso iniziato da molto tempo e se siamo arrivati a questo punto lo dobbiamo a molti. Impossibile citarli qui, ma si tratta di tutti coloro che in questi anni ci hanno creduto e hanno dedicato parte della loro vita alla libertà del Veneto.

Mercoledì saremo tutti là, ognuno con una bandiera, quella della propria associazione o del proprio partito (o magari meglio con la bandiera di San Marco che ci accomuna tutti quanti) consapevoli che siamo tutti necessari per arrivare al Referendum sull’indipendenza del veneto, e che tutti stiamo dando il nostro piccolo contributo.
Mercoledì è un giorno di lavoro e sappiamo quanto sia difficile rinunciarvi (oggi ancora di più che il lavoro non c’è o è a rischio). Si tratta di investire ancora una volta sul nostro futuro, consapevoli però che tutte le fatiche che abbiamo fatto in questi anni stanno iniziando a dare i loro frutti.

E’ una spinta da dare tutti insieme, una spinta che questa volta potrebbe essere decisiva: i fatti delle ultime settimane hanno dimostrato che i tempi sono maturi e che il momento è quello giusto. Tutti in marcia!

*Luigi Cabbia – Veneto Stato

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Elezioni in Sicilia: impieghi pubblici in cambio di voti

Articolo successivo

ORO, AMBIENTALISTI CONTRO APERTURA DI 4 MINIERE