Referendum, e se l’astensione fosse il male minore? D’altra parte il Nordismo cosa se ne è fatto del potere delle Regioni fino ad ora?

somaro-nord
di SERGIO BIANCHINI – Caro Reguzzoni io sto proponendo l’astensione e non il sì.  (http://www.lindipendenzanuova.com/reguzzoni-a-chi-votera-si-al-referenzium-illusione-pensare-ad-alleanze-tra-nord-e-centro-prima-renzi-se-ne-va-meglio-e/) Non ti e non mi spieghi come mai il sud è contro la riforma e Renzi. Idem per il veterocomunismo che lo odia e lo paragona a Berlusconi, cosa che per noi dovrebbe già essere un po’ significativa. Così l’intellighenzia che ci ha sempre bastonato per la quale si è appena espresso Asor Rosa.
Non parliamo della magistratura militante che ci ha sempre massacrato e che teme di essere riformata.
Cito anche la Parietti che ho visto ieri sera in TV e mi ha fatto “tenerezza”.
Nel merito sono totalmente convinto della necessità di una sola camera per fare le leggi e questo motivo per me è sufficiente a non demolire la riforma anche se fossero sbagliati tutti gli altri aspetti.
Le lacrime sul cambiamento del titolo 5,  relativo alle autonomie, mi fanno ridere perchè a suo tempo il nordismo fu contro quella ridefinizione dei poteri stato regione e, una volta fatta, non la usò mai, a cominciare dall’articolo che dava alle regioni il potere organizzativo sulla scuola. Anzi, il nordismo continuò e continua a sostenere il concorso nazionale dei docenti.
Quindi mentre non vedo alcuna reale complicazione con la vittoria del sì vedo riprendere, in caso di no, vigore a tutta la fuffa prepotente che ci comanda da trenta anni e che con la vecchia magnifica costituzione ci ha sempre massacrati. Per questo dico che come minimo bisogna astenersi.
L’indipendentismo “per dispetto” rischia la cecità. Ad esempio, la Brexit è chiaramente un processo di ritorno verso il basso della sovranità. Ma l’indipendentismo scozzese ha rischiato di farla morire prima che nascesse ed ancora oggi la ostacola e la teme. E’ una cosa che dovrebbe farci riflettere molto.
Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedente

Le origini del Sultanato di Francia

Articolo successivo

Presepi negli antichi lavatoi delle Alpi, la Val d'Ossola