Referendum. Decidono in fretta evitare taglio parlamentari, non decidono per l’autonomia di Lombardia e Veneto

 

di Roberto Bernardelli – Detto, fatto. Approvata la legge per tagliare il numero dei parlamentari, ecco pronto il referendum già ammesso e calendarizzato, per cancellarne il taglio. Voteremo il 29 marzo. C’è un altro referendum, del 22 ottobre 2017, che invece fa la muffa. E’ quello sull’autonomia di Lombardia e Veneto. Siamo ancora qui che aspettiamo, Salvini.

E siccome ti sentiamo dire che il popolo è sovrano e ha sempre ragione, fateci vedere come si rispetta la volontà di chi vota. Tanto, per te, che sia il Nord o il Sud non fa differenza. Ecco, prima gli italiani, poi il resto. O no?

Print Friendly, PDF & Email

3 Comments

  1. Ricordatevi che abbiamo votato l’INDIPENDENZA con Plebiscito.eu e non l’aspettiamo da Roma come l’autonomia che sapevamo gia’ che se ne sarebbe fregata nonostante Zaia che ne ha fatto un vanto personale… a pronunciarsi sull’Indipendenza deve essere l’Europa che pero’ nicchia fin che le riuscirà… Catalogna, Scozia e altri potranno darle uno scossone.. senno’ fallira’ anche lei perche’ perdera’ ogni senso la sua esistenza…e si rivelera’ platealmente l’ennesimo baraccone per di piu’ costosissimo come sappiamo!

  2. Ormai non ci sono più parole per descrivere il bordello politico che ci ritroviamo già da troppi anni.
    Quando vogliono le cose si fanno in fretta, quando non vogliono le cose restano bloccate.
    Fanno tutti schifo e la nausea monta.
    Un appello ai politici: Vi prego continuate così che prima o poi la rivoluzione arriverà presto e vi spazzerà via.
    WSM

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

Nord... Cul de sac o sac de cul?

Articolo successivo

Zoo di Nord Channel, il campione di MotoGP dalla parte degli animali. No al circo con gli animali